Ormai è collaudata la coppia Eusepi-Stoppa, molto bene anche tutta la retroguardia stabiese

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - Partita di sostanza per le vespe contro una delle squadre più informa del campionato. Gli uomini di Sottili badano poco all’estetica e portano a casa tre punti in vecchio stile: 

Dini 7 – Altra grande prestazione per l’estremo difensore stabiese. Nel primo tempo ci deve mettere le mani sulla conclusione ravvicinata di Tessiore. Nella mezz’ora della prima frazione di gioco riesce a non farsi piegare le mani sul primo palo da Jefferson. Nei secondi 45 minuti di gioco bravo nelle uscite.

Donati 6,5 – Buona prestazione per il terzino di Sottili. Incomincia bene in fase offensiva quando al 15′ riesce a servire Altobelli in area di rigore. Dialoga bene con Ceccarelli e Bentivegna. Nel secondo tempo è costretto ad aumentare l’attenzione in fase difensiva.

Troest 6,5 – Carletti e/o Jefferson non sono bei clienti dal punto di vista fisico ma il vichingo gialloblu riesce a tenere il passo e a giocare con intelligenza senza badare all’estetica.

Caldore 6,5 – Non incomincia benissimo, si lascia scappare prima Tessiore e poi Jefferson in profondità, ma per sua fortuna il suo amico Dini pensa a coprirlo. Nella ripresa aumenta l’intensità e non concede nulla.

Dell’Orfanello 7 – Un mezzo voto in più per la capacità e la lucidità di uscire in situazioni complicate. La sua tecnica è sopraffina e con Bentivegna sembra trovarsi quasi alla perfezione; su quella fascia sinistra la Juve Stabia fa faville.

Scaccabarozzi 6,5 – Solita prestazione di sostanza per lui. Copre tutti gli spazzi che lasciano i suoi compagni e per poco non sfiora la rete del raddoppio ma la sua conclusione viene respinta dal legno. (Davì s.v.)

Altobelli 6,5 – Alle volte siamo un po’ severi con lui ma è un tipo di giocatore dove non ti aspetti la qualità ma la capacità di interrompere le trame offensive avversarie. Nel secondo tempo lui e Scaccabarozzi si perdono in un paio di occasioni Di Livio ma poi recuperano la posizione e in zona centrale non si passa.

Ceccarelli 6 – Inizia bene con delle belle conclusioni dalla distanza che vengono respinte dall’estremo difensore neroazzurro. Peccato per alcuni passaggi sbagliati che potevano diventare determinanti. (Cinaglia s.v.)

Stoppa 7 – Non sarà stata la prova contro il Foggia ma comunque è tanta roba. Suo l’assist vincente per il gol di Eusepi. Inoltre, si impegna nel secondo tempo in fase difensiva e questo non è da poco. (Evacuo s.v.)

Bentivegna 6,5 – Frizzante sulla fascia, la collaborazione con Stoppa genera non pochi grattacapi alla difesa di Di Donato. Quando la Juve Stabia pensa solo a difendere, la sua brillantezza svanisce. (Schiavi 6 – Entra e si fa ammonire, ma comunque da il suo contributo alla causa)

Eusepi 7,5 – Ormai ha trovato la sua dimensione in mezzo al campo con continui palloni lavorati e messi a disposizione dei compagni. Trova la rete da attaccante puro e con un colpo di testa non di poco conto considerando che stava correndo all’indietro. Rete decisiva per tre punti fondamentali. (Della Pietra 5,5 – Nella prima conclusione in porta trova la traversa ma nella seconda non riesce nemmeno ad inquadrare la porta, un attaccante deve chiudere la partita).

 

Stefano Sottili 6,5 – Meno bella del solito ma sono dettagli. La sua Juve Stabia riesce a rialzarsi dopo il derby avellinese e con il cuore riesce a strappare tre punti preziosi per la lotta play-off. Adesso la parola chiave è CONTINUITÁ.