Si alzano le possibilità di vedere l'ex Vibonese dall'inizio dopo l'impatto positivo dello scorso match. Sicuro di una maglia da titolare contro la sua ex squadra Tonucci

CASTELLAMMARE DI STABIA - Da Vibo Valentia a Lentini, il salto è breve da parte della Juve Stabia, che nel primo turno infrasettimanale del campionato viene ospitata dal Catania di mister Raffaele allo stadio “Angelino Nobile” di Lentini (vista l’indisponibilità attuale del Massimino di Catania).
L’ultima volta che i due club si affrontarono in questa situazione non terminò bene per la Juve Stabia, che vide Lodi, su rigore, interrompere una striscia di imbattibilità guadagnata con tanto sudore.

TERNA ARBITRALE – Sarà il sig. Nicolò Marini della sezione AIA di Trieste il direttore di gara designato per il match infrasettimanale tra Catania e Juve Stabia. È la seconda assistenza di sempre per il direttore di gara triestino, che ha diretto la Juve Stabia nel lontano 28 agosto 2017 (vittoria 1-0 con il Rende) e il Catania lo scorso 15 dicembre con il Teramo (pareggio 1-1).
Gli assistenti saranno il sig. Francesco Valente di Roma 2, il sig. Amir Salama di Ostia Lido e, da quarto uomo, il sig. Francesco Cosso di Reggio Calabria.


QUI CATANIA – Azzerati i quattro punti di penalizzazione inizia il vero e proprio campionato degli elefantini, che per loro fortuna non vedono la vetta così lontana dopotutto. I siciliani arrivano, dunque, ad ospitare la Juve Stabia con la possibilità di poter rientrare subito nella zona playoff con una semplice vittoria.
Manca qualche pedina di troppo a mister Raffaele e ciò potrebbe spingere il tecnico a schierare la stessa formazione che pochi giorni fa ha espugnato Monopoli; possibili alternative potrebbero essere riscontrate in Zanchi, Izco ed Emmausso, ma, vista la delicatezza del match, il tecnico potrebbe anche farli solamente entrare a gara in corso.

Portieri: Confente, Della Valle, Martinez.
Difensori: Albertini, Calapai, Claiton, Panebianco, Silvestri, Tonucci, Zanchi.
Centrocampisti: Biondi, Izco, Rosaia, Vicente, Welbeck – Maseko.
Attaccanti: Emmausso, Gatto, Manneh, Pecorino, Piovanello, Reginaldo, Sarao.

Probabile formazione (3-5-2): Martinez; Tonucci, Silvestri, Claiton; Calapai, Rosaia, Vicente, Biondi, Albertini; Sarao, Emmausso.


QUI JUVE STABIA – Non c’è un po’ di riposo per gli uomini di mister Padalino, che dalla Calabria volano direttamente in Sicilia, dove il gruppo scenderà in campo contro il Catania. Complici i tanti arrivi in extremis, l’intesa tra i giocatori è lontana dal toccare il picco massimo raggiungibile e perciò con gli etnei il tecnico gialloblù potrebbe affidarsi a quegli uomini che sono già scesi in campo in più di una occasione. I maggiori dubbi potrebbero essere legati a tre atleti: Allievi potrebbe essere scalzato da uno tra Codromaz e Mulè, ma al momento sembra essere comunque in vantaggio rispetto alle alternative; a centrocampo Bovo potrebbe subito essere scelto dall’inizio, permettendo a Berardocco di uscire dalla cabina di regina per una volta, ma l’assenza di Vallocchia non è da dare per scontata; in attacco, con Orlando e Bentivegna fuori, potrebbe toccare nuovamente a Mastalli, con Bubas e Golfo in ballottaggio per l’ultima maglia del tridente.

Portieri: Lazzari, Maresca, Tomei.
Difensori: Allievi, Codromaz, Garattoni, Mulè, Oliva, Rizzo, Troest.
Centrocampisti: Berardocco, Bovo, Fantacci, Guarracino, Mastalli, Scaccabarozzi, Vallocchia, Volpicelli.
Attaccanti: Bubas, Cernigoi, Golfo, Romero.

Probabile formazione (4-3-3): Tomei; Rizzo, Codromaz, Troest, Garattoni; Berardocco, Bovo, Scaccabarozzi; Mastalli, Bubas, Romero.