Nel primo tempo il doppio vantaggio catanese siglato Moro e Russini viene ripreso con la doppietta di Eusepi, nella ripresa la decide il bomber rossoazzurro

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - Cade l’imbattibilità stabiese dopo sette giornate di campionato. L’attaccante siciliano manda in tilt la retroguardia stabiese nonostante gli uomini di Novellino fossero riusciti a riprenderla in tre minuti con la doppietta di Eusepi: 

UN ERRORE DOPO L’ALTRO – Se c’è uno degli aspetti positivi della squadra di Novellino è sicuramente la solidità della retroguardia stabiese, solidità che è mancata per i primi 15 minuti. Tonucci si fa soffiare palla dal centrocampo etneo spalancando la porta al giovane Moro, l’attaccante siciliano non sbaglia, Catania in vantaggio dopo pochi minuti. A peggiorare la situazione stabiese è il raddoppio rossoazzurro dopo 7 minuti, con la marcatura di Russini, servito in area da solito Moro. Male Troest, Tonucci e Donati

NEL MOMENTO DEL BISOGNO – Il Catania sembra dominare il match e la Juve Stabia è in seria difficoltà a creare pericoli nei pressi della porta di Sala, ma improvvisamente, un pallone al centro di Berardocco diventa preda facile di chi queste occasioni non se le lascia scappare, Eusepi accorcia le distanze di testa. Il numero 9 gialloblu ci prende subito gusto e 3 minuti più tardi riceve palla a centro area da Panico, controllo e tiro, spiazzato Sala, la Juve Stabia pareggia subito. Nella parte finale del primo tempo gioco spezzettato da diversi scontri fallosi ma le vespe alzano il baricentro, Catania alla corde. 

ANCORA MORO – La ripresa si apre con gli ospiti più volenterosi a trovare il risultato contro un Catania poco brillante. Nonostante la determinazione stabiese, Moro è sempre un pericolo costante, a metà del secondo tempo sfiora il vantaggio con un diagonale che spaventa Sarri ma che esce fuori dallo specchio della porta. Questione di minuti e il giovane bomber etneo trova la rete del vantaggio sul cross di Greco, Moro si stacca bene dalla marcatura di Troest e insacca in rete, complice la deviazione dello stesso difensore gialloblu. Gli uomini di Novellino provano a rispondere nel finale ma si registra soltanto un’occasione con Panico, il numero 11 gialloblu viene pescato bene in profondità da Schiavi, la sua conclusione diventa preda di Sala. Cade la Juve Stabia al “Massimino”, prima sconfitta stagionale per le vespe.

 

TABELLINO DEL MATCH:

Catania – Juve Stabia (2-2) 3-2

Marcatori: 7′, 63′ Moro (CT), 14′ Russini (CT), 25′, 28′ Eusepi (JS)

 

Catania (4-3-3): Sala; Albertini, Ercolani, Monteagudo, Pinto (40′ Romolo); Rosaia, Cataldi (71′ Provenzano), Greco (88′ Claiton), Piccolo, Moro, Russini (71′ Biondi).

A disposizione: Borriello, Pino, Claiton, Ropolo, Zanchi, Izco, Maldonado, Provenzano, Biondi, Russotto, Sipos, Ceccarelli.

Allenatore: Francesco Baldini

 

Juve Stabia (4-3-3): Sarri; Donati, Troest, Tonucci, Rizzo; Altobelli, Berardocco (72′ Evacuo), Scaccabarozzi (60′ Stoppa); Bentivegna (60′ Schiavi), Eusepi (82′ Lipari), Panico.

A disposizione: Russo, Lazzari, Esposito, Caldore, Davì, Schiavi, Squizzato, Guarracino, Stoppa, Evacuo, Della Pietra, Lipari.

Allenatore: Walter Novellino

 

Arbitro: Michele Giordano (sez. Novara)

Assistenti di linea: Davide Stringini (sez. Avezzano), Marco Carrelli (sez. Campobasso)

IV Ufficiale: Marco Emmanuele (sez. Pisa)

 

Ammoniti: Berardocco (JS), Cataldi (CT), Panico (JS), Schiavi (JS), Biondi (CT)

Note – Angoli: 2 (CT), 4 (JS); Recupero: 2′ pt., 5′ st.