Zullo migliore in campo, perché cambiarlo? Male il centrocampo

CERIGNOLA - Il Giugliano perde al Monterisi di Cerignola grazie ad un eurogol di Malcore. Una sfida non semplice per i tigrotti che hanno controllato bene con la fase difensiva fino al 92′ quando poi il bomber pugliese si è inventato il gol di giornata. Andiamo a vedere le pagelle dei gialloblù:

GIUGLIANO 6

Sassi 6.5 – Sicuro nelle uscite, sempre in movimento legge in anticipo qualsiasi palla profonda. Miracoloso sul colpo di testa di Ligi. Bravo e fortunato sulla sforbiciata di Neglia. Non può nulla sulla perla di Malcore.
Biasiol 6 – A 3 fa un ottimo lavoro tenendo a uomo Neglia tagliando il campo sia a destra che a sinistra. Con il passaggio a 4 fatica di più e rischia parecchio sul taglio dell’esterno pugliese che si trova tutto solo in occasione della sforbiciata parata da Sassi.
Zullo 7 – Dopo la buona prova con la Viterbese si conferma oggi. Un muro della retroguardia, ovunque c’è una conclusione c’è il suo corpo che nega l’arrivo in porta. Pericoloso anche in area con la sua stazza. Viene sostituito alla fine della prima frazione, non la miglior rinuncia per Di Napoli. (Dal 46′ Rizzo 5.5 – Ha poche occasioni per mettersi in mostra, ci mette voglia e tenta di creare superiorità, ma Ligi e Allegrini non sono clienti facili.
C.Poziello 6.5 – Attento il capitano giuglianese sulle avanzate dei pugliesi, sempre pericolosi con il talento di Achik. Il passaggio a 4 ad inizio ripresa non fa altro che agevolarlo ulteriormente.
Rondinella 6 – Deve limitare le avanzate di Giofrè e contenere Neglia, un pomeriggio non semplice per l’ex Savoia che però è provvidenziale nell’anticipare con il gambone Neglia. (Dal 65′ Iglio 6 – Si perde il taglio di Neglia che per poco non si tramuta in gol, cresce nel finale con l’ingresso di D’Ausilio senza farsi mai saltare).
Gladestony 5 – Un altro giocatore rispetto alla prima contro la Viterbese. Lascia colpevolmente solo Malcore sul secondo palo, che si inventa il gol dell’anno.
Lucas Felippe 6 – Tocca pochi palloni nonostante dovrebbe essere la mente del centrocampo giuglianese. La sua esperienza in categorie superiori deve essere un valore aggiunto. – (dal 81′ Ghisolfi s.v.)
De Rosa 5 – Troppo aggressivo e falloso, ci mette tanta sostanza e poca qualità. Tascone è un cliente scomodo che con la sua brillantezza fa di lui ciò che vuole.
D’Alessio 5 – Achik è una mina vagante davvero incontrollabile e quest’oggi l’esterno fa fatica a controllarlo. Molto più semplice il lavoro contro Vitali. Il gol di Malcore arriva nella sua zona di campo, colpe divise con Gladestony.
Piovaccari 5.5 – Qualche sponda che chiama il supporto dei compagni, poche occasioni per andare alla conclusione, partita difficile per lui. (Dal 86′ R.Poziello s.v.)
Salvemini 6 – Ingenuo nel prendere un’ammonizione a gioco fermo, non controlla l’irruenza. Unico a calciare in porta ed impegnare Saracco, rimandato ancora una volta l’appuntamento con il gol. (Dal 65′ Nocciolini 5 – Si fa apprezzare solo per una rincorsa che va a bloccare un’inarrestabile Achik che gli porta un’ammonizione. Deve fare di più per contendere il posto ad un buon Salvemini).
Di Napoli 5 – Inconcepibile il passaggio coraggioso alla difesa a 4 alla fine del primo tempo, ancora più inconcepibile il rinunciare al difensore migliore in campo fino a quel momento. Baricentro troppo basso e poco possesso palla, si poteva fare di più in questo pomeriggio pugliese. Oyewale e Ceparano quando avranno una chance?