Partita soporifera al De Simone, le occasioni migliori capitano sui piedi Cigliano che sciupa tutto. Oltre alla prestazione, si teme per gli infortuni di Rainone e Alfageme

Torna a pareggiare la Casertana, che ottiene il settimo “X” stagionale contro un Siracusa tutt’altro che irresistibile. Un risultato che serve poco ad entrambe, che non smuovono una classifica deficitaria e che non rispecchia assolutamente gli obiettivi di inizio stagione.

FORMAZIONI – È una Casertana in fortissima emergenza quella che arriva al “De Simone” di Siracusa. Ben otto sono gli infortunati, gli ultimi in ordine di tempo sono De Marco, uscito anzitempo nella gara col Monopoli, e Castaldo, perso proprio nel giorno della rifinitura. Scelte obbligate per Mister Esposito che sceglie il tridente Alfageme – Padovan – Mancino, quest’ultimo ex della sfida. Risponde il Siracusa, che se la passa poco meglio. Solito 3-5-2 per Mister Pazienza che affida tutto al suo Vazquez – Catania.

Più infortuni che occasioni nel primo tempo di Siracusa – Casertana, squadre già falcidiate dalle assenze e che sono costrette a spendere i primi cambi dopo appena 45′. Dopo appena 10′, è la Casertana ad operare la prima sostituzione per infortunio accorso a Rainone. Il difensore, durante un allungo, si infortuna ed al suo posto entra Pinna. Sfortunato il capitano dei falchetti in stagione, non è la prima volta che si ferma. Passato lo schock per l’ennesimo infortunio stagionale, la Casertana fa la gara mentre il Siracusa attende e poi riparte. Poco da segnalare davvero, poche le emozioni al “De Simone”. Si arriva così al 25′ quando un nuovo infortunio colpisce gli uomini di Mister Esposito. Alfageme, dopo uno scatto, si accascia a terra: infortunio muscolare anche per lui, al suo posto entra Cigliano. La prima occasione degna di nota è firmata da Mancino, l’ex di turno che cerca di dare imprevedibilità con sulla trequarti: il suo tiro, al 28′, finisce di poco alto sopra la traversa. Poche emozioni, ritmo che però si alza col passare dei minuti. Al 38′, il Siracusa si affaccia dalle parti di Adamonis con un colpo di testa di Franco su cross di Palermo: il difensore, da ottima posizione, sciupa mandando fuori. Un minuto dopo, terzo infortunio di giornata: lascia il campo Vazquez anche lui dopo uno scatto, entra Rizzo. Finale di primo tempo che regala più emozioni dei primi 40 e passa minuti. Prima è Daffara, al 43′, a mettere al centro per Catania che non ci arriva per una questione di centimetri, sul fronte opposto Zito prima calcia a rete trovando la risposta di Gomis, poi suggerisce per Padovan, il cui diagonale termina sul fondo.

Ripresa che riserva, com’è giusto che sia, qualche emozione in più rispetto ai primi 45′ veramente brutti. Per vedere la prima azione pericolosa però bisogna attendere il 60′ quando Gomis è bravo a respingere coi piedi una conclusione defilata di Romano che, non vedendo compagni in area, prova il tiro in porta. Il portiere del Siracusa è provvidenziale nella ripresa, il suo secondo salvataggio arriva al 72′ quando, con l’ausilio della traversa, impedisce a Cigliano di segnare con una gran tiro dalla distanza. Il Siracusa nei minuti finali prova a scuotersi e a cercare qualcosa davanti, ma l’infortunio di Vazquez ha condannato difatti la pericolosità offensiva dei siciliani. Stessi problemi con la Casertana prima di Castaldo, Floro Flores ed, in gara, di Alfageme. Così si giunge al 90′ quando Cigliano, il più attivo dei falchetti, si divora una grossa occasione: Zito lavora un gran pallone sulla sinistra e imbecca Cigliano, la cui conclusione da due passi finisce altissima tra la disperazione della pancina Casertana. Un’azione da sfruttare meglio e che invece è la perfetta fotografia di una Casertana che, con l’ennesima scialba prestazione, ottiene un punticino che non serve a granché. Gli obiettivi dei falchetti comunque non cambiano anche se le aspettative di inizio stagione erano tutt’altro che queste.

SIRACUSA CALCIO 0-0 FC CASERTANA 1908

SIRACUSA (3-5-1-1): Gomis; Di Sabatino (63′ Mustacciolo), Turati, Bruno; Daffara, Celeste (63′ Russini), Palermo, Tuninetti, Franco; Catania; Vazquez (40′ Rizzo). All. Pazienza.

CASERTANA (4-3-3): Adamonis; Meola, Rainone (13′ Pinna), Lorenzini, Zito; Romano, D’Angelo, Santoro; Alfageme (26′ Cigliano), Mancino,  Padovan. All. Esposito.

ARBITRO: Sig. Zufferli di Udine (Garzelli-Rondino).

MARCATORI: –

NOTE: Ammoniti: Zito, Santoro Recupero: 2’pt, 2’st