Ottima prova anche per Del Grosso tra i più positivi con l'ennesima prova di spessore nonostante il campo appesantito dalla neve

CASERTA (CE) - La Casertana centra la terza vittoria consecutiva in casa grazie a Cuppone e Turchetta, i due attaccanti prima sbagliano poi decidono la gara. Bene anche la fase difensiva e il combattivo Izzillo, sottotono Icardi. Il Teramo gioca una brutta gara finendo in nove, poche note positive tra cui Bombagi e Arrigoni male Costa Ferreira, decisivo in negativo nell’azione del vantaggio, Vitturini e Piacentini espulsi.

CASERTANA

AVELLA (voto 6): Gara più tranquilla di come forse se la sarebbe aspettata, compie pochi interventi facendosi però trovare sempre pronto, dando grande solidità alla fase difensiva, tenendo inviolata la propria porta.

HADZIOSMANOVIC (voto 6): Gara ordinata per l’italo-montenegrino che non sbaglia praticamente nulla risultando molto preciso in fase difensiva. Ci prova anche in fase offensiva impegnando il portiere ospite con una gran botta da fuori. Dal 77′ POLITO SV

KONATE (voto 6,5): Il centrale ivoriano offre una prova concreta e di sostanza bloccando sul nascere ogni velleità degli attaccanti avversari. Chiude tutto sia di testa che di piede risultando il migliore dietro.

CARILLO (voto 6): Più in difficoltà rispetto ad altre volte, non appare particolarmente tranquillo negli interventi ma il suo lo fa sempre. Non gioca la sua miglior partita ma resta comunque positivo strappando la sufficienza.

DEL GROSSO (voto 6,5): Da quando è arrivato ha sempre giocato da titolare con la voglia, l’impegno e il fisico di un ragazzino. È un esempio per i compagni, dalle sue parti non si passa risultando ancora una volta tra i più positivi.

IZZILLO (voto 6,5): Gioca una gara quasi a tutto campo, lotta sotto la neve come un leone e molte volte si spinge anche in avanti tentando più volte la conclusione. Sfortunato nel finale quando il palo gli nega la gioia del goal.

SANTORO SA. (voto 6): Soffre il campo pesante e quindi gioca in maniera semplice senza mai tentare la giocata. I calci piazzati, sua specialità, oggi non sono all’altezza del suo talento ma regge portando a casa la partita. 

ICARDI (voto 5,5): Gara sottotono per il centrocampista romano che non riesce mai a tentare la giocata e fa fatica anche negli inserimenti, pezzo forte del suo repertorio. Dal 68′ MATESE (voto 5,5): Entra per dare maggiore dinamismo alla squadra ma il campo pesante non gli permette di esprimersi al meglio. Nel finale rimedia un giallo, evitabile, per la troppa irruenza.

TURCHETTA (voto 6): Il “pifferaio” rossoblu oggi si accende a tratti ma non è la sua giornata. Penalizzato dal campo pesante, fatica a superare l’avversario. Bravo nel finale nel tocco che vale il 2-0 che chiude definitivamente la contesa.

CUPPONE (voto 6,5): Croce e delizia quest’oggi il gioiellino di mister Guidi, prima sbaglia due goal facili poi da vero opportunista crea l’azione del vantaggio sfruttando un errore avversario, trovando la sua ottava marcatura stagionale. Dal 68′ MATOS (voto 6): Il suo ingresso serve a tenere su la squadra. Nel finale sfiora un gran goal di tacco ma la conclusione è troppo centrale.

ROSSO (voto 5,5): Più intraprendente nel primo tempo con diverse conclusioni che però non centrano mai lo specchio. Nella ripresa si spegne e tocca meno palloni senza più trovare la porta. Dal 92′ BUSCHIAZZO SV

GUIDI (voto 6,5): Il tecnico schiera una squadra intraprendente che cerca di fare la partita sin da subito. I suoi giocano in maniera ordinata e non subiscono mai l’avversario che fa il resto restando in nove. Viene espulso nel parapiglia a metà del secondo tempo per la troppa foga.

TERAMO

Lewandowski 6; Vitturini 4, Trasciani 5,5, Piacentini 4,5, Tentardini 5; Santoro Si. 5,5, Arrigoni 6, Ilari 5; Bombagi 5,5 (81′ Kyeremateng SV), Pinzauti 5 (62′ Birligea 6), Costa Ferreira 5 (55′ Diakite 6)