Il difensore ex Avellino, autore della rete della vittoria gialloblù, torna a timbrare il cartellino dopo tre anni dall'ultima volta. La gioia del difensore basta alle vespe per strappare l'intero bottino in palio, grazie anche agli interventi di Barosi

PONTEDERA (PI) - Basta una gioia, il ritorno al gol di Daniele Mignanelli, alla Juve Stabia per superare indenne l’ostacolo Monterosi Tuscia. Le vespe ripartono alla grande dopo la sconfitta nel derby contro la Turris, superando allo stadio Ettore Mannucci di Pontedera la formazione allenata da mister Menichini.

La Juve Stabia dai primi istanti sembra dimostrare di poter far male agli avversari, andando dopo soli cinque minuti ad un passo dal vantaggio. Al 5′ Bentivegna, dalla propria trequarti, pesca con un filtrante illuminante Pandolfi, il quale a tu per tu con il portiere spara alto sul fondo. La fiammata iniziale non trasforma, però, la contesa in un tripudio di emozioni. I ritmi crescono raramente, con le due formazioni intenzionate a voler colpire il diretto avversario nel proprio punto debole. Mister Colucci, per l’occasione, sembra aver chiesto ai propri uomini di alternare in fase di impostazione sia il dialogo nello stretto (in caso di avversario ben schierato in campo) che il lancio in profondità alle spalle della retroguardia (nel caso di spazi visibili lasciati aperti dal Monterosi); entrambe le soluzioni, però, sembrano non poter portare i risultati sperati.

Il secondo tempo racconta una storia completamente diversa e la gara inizia a scaldarsi. Il Monterosi cerca maggiormente l’iniziativa sia con gli inserimenti palla al piede dei propri centrocampisti che con dei lanci a scavalcare la linea mediana gialloblù, ma la retroguardia stabiese guidata da Cinaglia e Caldore è sempre attenta nel disinnescare i pericoli. All’ora di gioco la Juve Stabia avrà la possibilità di sbloccare la sfida dal nulla, grazie ad un’inguenuità di Mbende che frana in area su Gerbo (perso su rimessa laterale da Di Renzo) e concede rigore. Dal dischetto si presenta Pandolfi, che conferma la sua giornata negativa sotto porta: l’attaccante calcia alto sopra la traversa alla destra del portiere, spedendo la sfera fuori. Un’occasione clamorosa per l’ex Turris, il quale mostra ancora una volta di sapersi muovere con e senza palla, ma anche di mancare di lucidità al momento giusto. Un quarto d’ora dopo lo stesso Pandolfi andrà a centimetri dal possibile riscatto davanti ad Alia, ma il suo tocco sotto è salvato sulla linea da Borri.

Nel momento di maggiore sforzo della Juve Stabia arriva la rete dell’1-0. Pandolfi lotta sulla trequarti avversaria e recupera un ottimo pallone, servendo con un filtrante alla sua sinistra Mignanelli. Il difensore arriva in area e supera in diagonale il portiere avversario. L’ex Avellino segna così la sua prima rete in terra campana, non avendo mai timbrato il cartellino con la maglia dei biancoverdi nel corso della scorsa stagione. Una gioia questa che mancava al difensore lombardo dallo scorso 17 marzo 2019, quando segnò una delle quattro reti della Viterbese nel successo per 4-3 sulla Casertana.

Nel finale, il Monterosi alza il suo baricentro alla ricerca del pari, ma sbatte sui guantoni di Barosi. Il portiere gialloblù nega prima la rete dell’ex a Carlini, deviando in angolo una punizione ben calciata dai venti metri circa sul proprio palo (un intervento esteticamente non bellissimo, ma molto efficace), e poi allo scoccar del 90′ a Mbende. Il volo a mano aperta sul colpo di testa del difensore di casa vale la difesa dell’1-0 ed i tre punti al triplice fischio.

 

 

 

 

TABELLINO DELL’INCONTRO


MONTEROSI TUSCIA (4-3-3): Alia; Tartaglia (78′ Liga), Borri, Mbende, Di Renzo; Parlati (69′ Burgio), Lipani, Gasperi (59′ Verde); Santarpia, Di Francesco (69′ Carlini), Rossi (58′ Costantino).

A disposizione: Moretti, Basile, Cancellieri, Giordani, D’Antonio, Tolomello, Cirone.

Allenatore: Leonardo Menichini


JUVE STABIA (4-3-3): Barosi; Maggioni (87′ Peluso), Tonucci, Cinaglia, Mignanelli; Altobelli, Maselli (72′ Berardocco), Gerbo (72′ Silipo); Scaccabarozzi, Bentivegna (55′ D’Agostino), Pandolfi (87′ Vimercati).

A disposizione: Russo, Dell’Orfanello, Carbone, Ricci, Guarracino, Della Pietra, Picardi.

Allenatore: Leonardo Colucci


ARBITRO: Dario Madonia (sez. Palermo)

ASSISTENTE 1: Matteo Taverna (sez. Bergamo)

ASSISTENTE 2: Manuel Marchese (sez. Pavia)

QUARTO UFFICIALE: Gianluca Renzi (sez. Pesaro)


RETI: 74′ Mignanelli (J)

AMMONIZIONI: Bentivegna (J), Gasperi (M), D’Agostino (J), all. Menichini (M), Ricci (J), Caldore (J), Barosi (J)

ESPULSIONI: –

 

 

Foto credits: Juve Stabia