CASTELLAMMARE DI STABIA – Archiviato il pareggio ottenuto nel big match con il Catanzaro di mercoledì, è arrivato il momento per la Juve Stabia di affacciarsi al prossimo futuro e quindi al prossimo incontro di campionato, che vede le vespe essere ospiti, allo stadio Vito Simone Veneziani, del Monopoli, quinta forza del torneo a pari punteggio con la Reggina di Baclet e soci.

La storia di questo confronto è relativamente ricca, considerando il rapporto tra il numero di precedenti disputati e il numero di anni di vita condivisi dalle due società: fondata nella seconda metà degli anni ’50, il Monopoli ha ospitato i campani già otto volte, ottenendo tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte.
Il primo confronto tra questi due club risale alla stagione 1976/77, annata nella quale entrambe le società militavano nel girone H di Serie D. In questa occasione non ci fu un vero e proprio vincitore, poiché il risultato non andrò oltre l’1-1, con Giovanni Fumarola che fece iscrivere il suo nome nel tabellino per i gialloblù; il medesimo punteggio fu ripetuto anche in altri due precedenti, ovvero in quello del 21 dicembre 1980, deciso dal centrocampista Mauro Ruffelli, e in quello del 4 ottobre 1992, dove il marcatore delle vespe portava il nome di Giorgio Lunerti, storico ex attaccante del Palermo.
Prima della fine degli anni ’90, però, una formazione riuscì ad imporsi sull’altra, regalando alle statistiche il primo successo in questo equilibrato confronto tra gabbiani e vespe. Furono proprio i padroni di casa ad avere l’onore di raggiungere per primi la vittoria il 7 ottobre 1979, quando i biancoverdi si imposero per 2-1 in un match che ai tempi non aveva un valore altissimo, poiché disputato alla seconda giornata d’andata di campionato.

Dopo il terzo pareggio consecutivo per 1-1, le due società non si incontrarono fino a che il secondo millennio non le avesse dapprima salutate; passeranno, infatti, diciassette anni prima di rivedere un Monopoli – Juve Stabia al Simone Veneziani. Sarà il 30 agosto 2009 la data stabilita per il ritorno di questo confronto, tenutosi nell’allora Seconda Divisione, il quale vide ancora una volta i pugliesi uscire vincitori. Questa volta, però, l’incontro fu molto più combattuto, con le vespe che andarono in vantaggio per ben due volte, prima con Maurizio Peluso poi con Sebastian Vicentin, ma furono raggiunte altrettanto volte e superate alla fine dalla marcatura di Lisi, che bloccò il risultato sul punteggio di 3 a 2.
Le strade di queste due squadre, dopo questo match, si divisero per alcuni anni, periodo in cui la Juve Stabia tentava la fortuna in Serie B e il Monopoli cercava di riguadagnarsi sul campo la Serie C. Ma questo periodo di lontananza non durò molto: biancoverdi e gialloblù si rincontrarono nuovamente a partire dalla stagione 2015/16. Scesi in campo il 30 aprile 2016, i padroni di casa annichilirono completamente i loro avversari con un pesante 4-0, regalandogli il terzo successo nei confronti dei campani, il secondo consecutivo.
Il 2016 non fu solo l’anno della terza vittoria consecutiva del Monopoli, ma fu anche l’anno in cui la musica decise definitivamente di cambiare per gli stabiesi. L’11 settembre 2016, infatti, la Juve Stabia riuscì finalmente a conquistare, per la prima volta, l’intera posta in palio, grazie al gol di Stefano Del Sante che firmò il definitivo 1-0.
E ciò fu solo il preludio di ciò che sarebbe accaduto la stagione successiva, quando il 25 novembre 2017 Luigi Canotto e Simone Simeri decisero con le loro giocate il confronto tra pugliesi e campani, terminato sul punteggio di 2 a 0.

A seguito delle ultime due vittorie e con le vespe ancora imbattute in campionato, tutti, o perlomeno la stragrande maggioranza degli appassionati del mondo della Lega Pro, condividono la convinzione secondo la quale la Juve Stabia dovrebbe essere in grado di risolvere la pratica Monopoli con molta scioltezza, differentemente da ciò che si prospetta in realtà.
Il gabbiano, difatti, ha mostrato di essere una formazione da non sottovalutare, capace di rispondere in maniera tempestiva anche a situazioni virtualmente pericolose, come accaduto ultimamente con la Paganese, quando è stato costretto per 45 minuti a giocare in inferiorità numerica vista l’espulsione di Gerardi.
Sarà quasi sicuramente una battaglia molto dura fisicamente, disputata soprattutto a centrocampo, dove solo le giocate individuali potranno far pendere l’ago della bilancia verso una o l’altra formazione.

VITTORIE MONOPOLI: 3
VITTORIE JUVE STABIA: 2
PAREGGI TRA I DUE CLUB: 3