Juve Stabia, attenta alla Paganese. Cavese e Casertana alla ricerca di punti

NAPOLI Tra riscatti e ricerca di conferme, domani nel girone C tre match in programma per le campane con due derby. Dopo due gare rinviate torna in campo l’Avellino che alle 17.30 al Partenio-Lombardi ospita il Catania e “serve cattiveria” ha detto il tecnico Braglia alle prese con tutto l’ambiente con il problema covid. I numeri dei siciliani non sono fin qui eccezionali ma neanche risibili con 13 punti ottenuti in 10 partite (con due punti di penalità) e il giusto equilibrio con due gare vinte in trasferta e altrettante in casa. 

Derby a Castellammare alle 17.30 tra la Juve-Stabia di Padalino e la Paganese. Le vespe sono reduci dal pari nel derby con la Turris e dalla vittoria sulla Viterbese e con Teramo e Cavese non hanno mai pareggiato in casa, vincendo quattro incontri su sei. Storia diversa per la Paganese che ha bisogno di mettere in fila qualche vittoria per muove la classifica. Domenica scorsa negli ultimi minuti hanno buttato la vittoria contro il Bisceglie pareggiando 1-1 ma hanno fino a questo punto del campionato hanno dimostrato di figurare meglio in trasferta che al Torre dove non hanno mai vinto. Lontano dalle mura di casa, infatti, i ragazzi di Erra hanno vinto, ottenendo 7 degli attuali 11 punti. 

Al Simonetta Lamberti incontro di coda tra Cavese e Casertana, rispettivamente ultima e penultima. La Cavese del tecnico Maiuri ha perso tutte le gare fin qui giocate in casa (con i suoi avversari) ed ha la peggior difesa nelle gare interne, ben 13 reti al passivo. Sono entrambe disperatamente alla ricerca di una vittoria e un pari non servirebbe a nessuno. “Siamo entrambe affamate“, ha detto l’allenatore casertano Guidi