Il tecnico scelto dai tigrotti aveva raggiunto l'accordo con la Sarnese, ma poi clamorosamente ha optato di scendere in Eccellenza per cercare di portare in Serie D la squadra del Presidente Sestile, protagonista di una trattativa incredibile

GIUGLIANO- Non molla di un centimetro il Giugliano col suo Presidente Salvatore Sestile che, dopo le dimissioni di Antonio De Stefano, ha contattato e trovato l’accordo lampo con Massimo Agovino. Un’esperienza quasi ventennale per il tecnico classe ‘67, che si è fatto un solido nome non solo nella nostra regione, ma in tutta Italia, avendo occupato panchine prestigiose come quelle di Cavese, Sorrento, Savoia e Pomigliano in Campania ma anche di Nuorese, Potenza e Grosseto fuori dai nostri confini.

Agovino era stato ufficializzato anche dalla Sarnese, compagine di Serie D e con la quale aveva svolto anche i primi allenamenti, ma poi in serata ha optato per i tigrotti facendo prevalere la storia, il blasone e la piazza di Giugliano nonostante la categoria inferiore. Una scelta che testimonia quanto bravo sia stato il Presidente Sestile nel convincere Agovino, una figura che darà sicuramente esperienza e carisma ad una squadra giù di morale dopo i recenti risultati.