Abbiamo analizzato le gare della prima giornata di Serie D premiando i migliori 11 e il miglior allenatore di giornata scegliendo tra le compagini del girone I

NAPOLI - Al termine della prima giornata di Serie D girone I, Campania Football ha analizzato le gare stilando la top 11 di giornata più il miglior allenatore, comprensiva dei quattro under come prevede il regolamento della Serie D. 

MODULO 4-2-3-1

PORTIERE

Antonio Russo (2000) – MARSALA CALCIO
Tiene a galla il Marsala con degli interventi incredibili,  due nel primo tempo e due nella ripresa. Para il rigore al bomber Ricciardo con un gran riflesso alla sua destra, stoppa ancora il centravanti palermitano nella ripresa ma non può nulla sul gol vittoria di Lucera, che aveva fermato poco prima con un altro grande intervento. Ultimo ad arrendersi, questo baby portiere campano torna in D dopo l’exploit alla Sarnese e si presenta con una prestazione da 9 in pagella.

DIFENSORI

Edoardo Vona – CASTROVILLARI CALCIO
Uno dei leader del Castrovillari, un mastino di difesa che fa tremare l’attacco fortissimo del Giugliano. Mai un errore, rasenta la perfezione nel match coi campani tenendo sempre concentrata la linea difensiva tra urla e movimenti. Come se non bastasse, avvia l’azione che porta al 2-0 con un gran lancio dalle retrovie.

Salvatore Mancuso (1999) – MARINA DI RAGUSA
Argina nel miglior modo possibile un toro come Esposito, strepitosi i due interventi nel primo tempo col quale spazza il pericolo dalla sua area di rigore facendo così rifiatare la terribile matricola Marina di Ragusa che vince e convince contro il Nola. Sugli scudi, ci finisce il difensore autore di una prestazione davvero maiuscola a giganteggiare sugli avversari con una sicurezza da urlo.

Marco Colarusso – ACD SAN TOMMASO
Si immedisima perfettamente nel nuovo ruolo che gli ha costruito ad hoc Liquidato, ci mette tanta applicazione e cattiveria da far venire paura a qualunque passi dalle sue parti. Salva la sua porta in tantissime occasioni con interventi provvidenziali, nel primo tempo  su Osuji e Diakite così come nella ripresa sempre sull’attaccante savoiardo che spuntava spesso sul secondo palo per metterla in rete. Incredibile prestazione, il Partenio lo applaude a più riprese.

Mario Greco (2001) – CASTROVILLARI CALCIO
Un prodigio a sinistra, sgroppa che è un amore. Mister Marra gli dà pochi compiti difensivi, lui si diverte e viaggia come un treno macinando chilometri su chilometri. È sulle fasce che il Castrovillari vince la partita, non a caso il vantaggio nasce da un cross di Barilaro, esterno destro, proprio per Greco che di testa fa 1-0. Personalità da impazzire, segnatevi questo nome.

CENTROCAMPISTI

Alfredo Saba – TROINA CALCIO
Sottovalutato da molti perché a nostro avviso Saba è tra i migliori play maker della categoria. Classe ’95, annotate, ha una personalità che piace e pure tanto. Il suo piedino poi è una gioia continua perché sa impostare e calciare risultando essere fondamentale anche sulle pappe inattive. Col Messina, da vita ad una prova davvero importante culminata con l’ assist al bacio per la rete di Fernandez: un cioccolatino che l’attaccante ha scartato e mangiato mettendo in rete alle spalle di Avella.

Giuseppe Viglianisi – CALCIO BIANCAVILLA 1990
Al suo primo giro di valzer in serie D, il centrocampista e capitano dei siciliani fa centro. Alla sua maniera, di testa su corner di Lucarelli, un gesto tecnico che ha da sempre nelle corde e che ha subito messo in mostra nel campionato nazionale di D. Grande forza della natura questo giocatore, bravo nel compiere le due fasi e a dare manforte al Biancavilla soprattutto nel finale quando c’era da difendere il risultato.

ATTACCANTI

Lautaro Eloy Fernández Cipolla – TROINA CALCIO
Segna un gol alla “Lautaro” quello dell’Inter ed i suoi movimenti in campo somigliano molto al toro albiceleste. L’attaccante rossoblu è infatti una scheggia impazzita, un animale d’area che ti dà fastidio sempre, ti sussurra alle spalle e poi ti sbrana al momento più oppurtuno. L’ ACR Messina è la sua pedra, lui la annusa in più circostanze sfiorando la rete e poi, al momento giusto, la zampata che vale l’1-0. Un gol molto bello, una rete che lo battezza nel calcio italiano.

Raimondo Lucera (2000) – PALERMO CALCIO
Entra nella ripresa ed il Palermo passa al 4-3-3. Si prende la fascia sinistra dominandola in lungo e in largo con grande velocità e dribbling. Scuote il Palermo, ci prova fin da subito trovando al primo tentativo i guantoni di Russo, ma al secondo fa centro: a soli 19 anni, prende già per mano il Palermo. Mica male!

Nicolas Rizzo – ACIREALE CALCIO
Un piacere per gli occhi, una gioia continua per gli acesi. Da Necochea, Argentina, direttamente in Sicilia per continuare ad incantare dopo quanto già fatto vedere al Siracusa in C. E povera Palmese, costretta sempre a rincorrerlo e a fargli fallo pur di frenare il suo estro, le sue giocate, la sua fantasia. Un moto perpetuo quello di Rizzo che poi si conquista e segna il rigore che sblocca la gara, prima di prodursi in nuove giocate che spaccano gli avversari in due. Fenomenale.

Marco Puntoriere – CASTROVILLARI CALCIO
A Castrovillari, ha trovato la sua casa. Una realtà che lo fa rendere al massimo, lo responsabilizza facendolo sentire grande. Così, Puntoriere col Giugliano si è messo sulle spalle una squadra piena di giovani compiendo una gara di grosso sacrificio. Per gli avversari, è stata dura marcare la sua forza fisica ed il suo temperamento tant’è che alla fine hanno dovuto abdicare: nella ripresa, infatti, il bomber Calabrese ha dapprima servito l’assist per la rete di Lanza e poi chiuso la pratica con una deliziosa punizione. MAGICO!

ALLENATORE

Salvatore Marra – CASTROVILLARI CALCIO
Ha tra le mani una squadra di ragazzini e quello del Castrovillari non è ancora un cantiere chiuso. Di fronte, ha la corazzata Giugliano: una prima giornata che dunque sarebbe da incubo. Invece Marra la trasforma in giornata da non dimenticare costruendo un piano di gara perfetto che manda in tilt il sistema difensivo campano. La vittoria arriva sulle corsie laterali dove Greco e Barilaro fanno a fettine il Giugliano, così come importante sarà la prova difensiva dei suoi sempre attenti a De Vena e compagni. Una gara perfetta quella dei rossoneri che, in casa, hanno strappato applausi a ripetizione per una prestazione che verrà ricordata di sicuro per parecchio tempo.

Di seguito la grafica di CF: