Il Gladiator domina la gara per tutto l'arco dell'incontro ma non riesce a trovare la via della rete grazie anche alla grande prova di Mola

SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE) - Non basta una buona prova al Gladiator per ritrovare i tre punti, i nerazzurri giocano una buona gara ma sprecano tanto e trovano sulla loro strada un Mola in formato super. Il Giugliano porta a casa un punto che serve a poco ma vale tanto per come è maturata la gara.

LA GARA

Il Gladiator di mister Santonastaso si schiera con il solito 4-3-3, difesa confermata mentre a centrocampo e in attacco ci sono diverse novità, Coppola prende il posto di Marzano, in avanti Strianese, al posto dello squalificato Del Sorbo, e Tedesco per Falco. Mister Imbimbo schiera il suo Giugliano con un 3-4-1-2, Mola tra i pali, Stendardo a guidare la difesa con Longobardo e De Siena ai suoi lati, sugli esterni Micillo e Cozzolino, centrali Otranto e Osei, De Luca alle spalle della coppia SilvaOrefice

I padroni di casa sin dalle prime battute fanno capire di voler condurre il gioco e al 6′ vanno vicinissimi al vantaggio, Coppola dai venti metri lascia partire una gran botta, Mola si oppone ma il pallone arriva a Strianese che non calcia subito perdendo l’attimo e la sua conclusione viene ancora respinta dall’estremo gialloblu. I nerazzurri continuano a macinare gioco e al 16′ ancora un’occasione per Strianese, su un grande taglio di Tedesco, ma il suo tiro in spaccata volante termina ancora fuori da due passi.
Dal 20′ sale in cattedra Di Paola, l’esterno prima ci prova dopo un gran controllo ma il suo tiro, debole, finisce a lato poi con una conclusione a giro che termina di poco sopra l’incrocio dei pali. Per gli ospiti non si registrano occasioni pericolose, unico sussulto, alla mezz’ora, un tiro altissimo di Osei sugli sviluppi di un calcio piazzato.
Sul finire di frazione altra ghiotta occasione per i sammaritani, angolo di Vitiello per la testa di Di Paola, il pallone è destinato a finire in rete ma Mola è strepitoso e vola all’angolino ad evitare la rete.
Dopo due minuti di recupero si chiude la prima frazione, Gladiator nettamente meglio ma troppo sprecone nonostante un Di Paola decisamente ispirato, il Giugliano per ora regge grazie ad una difesa attenta e un Mola fin qui estremamente decisivo. 

Il secondo tempo si apre subito in salita per il Gladiator, al 52′ Vitiello a gioco lontano scalcia un avversario e viene espulso, lasciando i suoi in dieci. I nerazzurri però non si scompongono e continuano a dirigere il gioco e al 61′ vanno vicini al vantaggio, Strianese controlla un gran pallone e in girata calcia verso la porta, Mola vola e mette in angolo. Passano solo due minuti e i padroni di casa hanno ancora una grande occasione, Esposito va via sulla sinistra, pallone al centro per Tedesco che al volo colpisce un difensore, sulla respinta si avventa Strianese ma Longobardo si immola e salva la propria porta. Il Giugliano soffre e rischia di capitolare al 74′, sugli sviluppi di calcio d’angolo il pallone arriva a Maraucci che di testa, con una traiettoria spiovente, centra il palo.
A dieci dal termine si vedono finalmente gli ospiti, Camara arriva al limite dell’area e dal vertice alto lascia partire una conclusione di potenza, Maione c’è e mette in angolo con qualche brivido. Nel finale in contropiede sono ancora i tigrotti a provarci con Filogamo, il suo tiro “masticato” è insidioso ma Maione respinge in angolo.
La gara termina dopo cinque di recupero senza reti, tanti rimpianti per il Gladiator che nonostante la volontà e l’inferiorità numerica è andata più volte vicino alla rete senza però trovare il tiro da tre punti. Il Giugliano nonostante l’emergenza ottiene il massimo uscendo imbattuto dal “Piccirillo” fermando la lunga serie di sconfitte.

TABELLINO

GLADIATOR (4-3-3): Maione; Di Finizio, Maraucci, De Carlo (80′ Oliva), Esposito; Di Pietro, Vitiello, Coppola (71′ Marzano); Di Paola, Tedesco (71′ Falco), Strianese
A disposizione: Fusco, Attivoli, Fazi, Sbordone, Altomare, Doto
Allenatore: Clemente Santonastaso

GIUGLIANO (3-4-1-2): Mola;  Longobardo, Stendardo, De Siena (46′ Camara); Micillo, Otranto, Osei (86′ Silvestre), Cozzolino; De Luca; Silva, Orefice A. (79′ Filogamo)
A disposizione: Piazza, Ciardulli, Orefice C., Negro
Allenatore: Eduardo Imbimbo
ARBITRO: Angelo Tomasi (Lecce)
ASSISTENTI: De Chirico (Molfetta) – Cantatore (Molfetta)
NOTE: Ammoniti De Luca (Gi), De Siena (Gi), Di Finizio (Gl), Esposito (Gl). Espulso al 52′ Vitiello (Gl) per intervento falloso da tergo a pallone lontano. Angoli 6-7. Recupero 2′ pt – 5′ st. Giornata con temperatura gradevole, cielo coperto. Terreno in discrete condizioni.