Arriva la fumata bianca, un caso che farà giurisprudenza e che premia la società irpina, brava nel trovare il cavillo giusto per tesserare il bomber argentino

AVELLINO- Dopo la vittoria con l’ SFF Atletico, l’Avellino può festeggiare per un altro grande successo, questa volta in sedi diverse da un campo da calcio.

Oggi, infatti, il Tribunale Federale Nazionale ha accolto il reclamo della Calcio Avellino SSD circa il tesseramento di Luis Maria Alfageme. In un primo momento l’attaccante argentino, dopo la presentazione in pompa magna a metà gennaio, era stato fermato in sede di tesseramento in quanto, non avendo la cittadinanza italiana, doveva essere tesserato entro il 31 dicembre. Poi però, la società biancoverde ha lavorato sodo trovando, nel tempo stabilito, un cavillo per poter rendere regolare il tutto.

Una bellissima notizia questa, in vista del big match di sabato col Lanusei, dove mancherà per squalifica Sforzini. L’Avellino volerà in Sardegna per cercare una vittoria che riaprirebbe difatti il campionato in un’impresa che, con un Alfageme in più, ora è più che mai possibile.