Sul suo approdo in Campania: "Tante motivazioni mi hanno spinto ad accettare il Gladiator: in primis fare bene quest’anno e rilanciarmi per tornare in categorie superiori"

SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE) - Il Gladiator continua la sua campagna acquisti dai grandi nomi. La dirigenza nerazzurra, dopo l’arrivo di Mansi in difesa, regala a mister Pezzella un nuovo innesto di assoluto valore. Si tratta dell’esterno basso classe 1999 Gioacchino Carullo, individuato dal ds Gaetano Romano come il profilo adeguato per rafforzare la corsia mancina del club casertano. 

Carullo, infatti, vanta un curriculum di rilievo per la categoria di riferimento. Cresciuto nel settore giovanile della Virtus Entella, esordisce a diciannove anni in Serie D con il Taranto. Milita, successivamente, nella Pro Sesto e nella Fidelis Andria, con cui collezionerà ben 24 presenze nel suo primo anno di professionismo. L’anno scorso, poi, il suo destino è stato legato alle sorti del Bitonto. 

Natio di Pomigliano d’Arco, Carullo si è così espresso in merito al suo nuovo trasferimento al Gladiator: “Tante motivazioni mi hanno spinto ad accettare il Gladiator: in primis fare bene quest’anno e rilanciarmi per tornare in categorie superiori. Ho avuto buonissime sensazioni sin dal primo approccio sia con la società che con il direttore. L’allenatore Pezzella è giovane ed ha tante idee che metteremo in pratica. La passata stagione ho affrontato il Gladiator quando ero a Bitonto: adesso inizia una nuova avventura e tutti insieme daremo il massimo per scrivere le pagine di un anno che resterà nella storia”.