Doveva essere il primo giorno di lavoro per la Nocerina dopo vari mesi di sofferenza che hanno portato il club molosso ad un passo dalla non iscrizione

NOCERA INFERIORE (SA) - La Nocerina sta vivendo una delle estati più difficili della sua storia, dopo aver rischiato di non iscriversi al campionato di Serie D, oggi si è toccato il fondo. Questo pomeriggio al “San Francesco” era in programma il primo giorno di allenamento e una lunga lista di giovani calciatori dovevano essere visionati dal neo tecnico Roberto Carannante. Nulla di fatto. La prima seduta è saltata causa lavori di manutenzione al manto erboso. Come visibile dalle foto dei colleghi di Forzanocerina.it il terreno di gioco era impraticabile con la presenza di mezzi e operai al lavoro. Insomma non proprio una bella figura per l’Amministrazione Comunale e per la società molossa rappresentata da Iovino nei confronti degli atleti che si erano recati all’appuntamento allo Stadio ma soprattutto nei dell’intera tifoseria molossa.

Il club dal canto suo si è scusato per l’inconveniente spiegando in una nota diffusa sui canali ufficiali il ritardo dei lavori dovuto al maltempo che problemi tecnici della ditta incaricata dei lavori.