To ne continued. Se ci trovassimo all’interno di una trama di un film, questa sarebbe sicuramente la frase dalla quale ripartite. Per fortuna però non si tratta di una pellicola cinematografica ma di una solida realtà calcistica come il Portici 1906. Un progetto calcistico ripartito 11 anni orsono, di cui il principale promotore fu il dirigente azzurro Maurizio Minichino, che negli anni ha permesso, grazie al suo lavoro, alla compagine campana di compiere una scalata dalla seconda categoria alla Serie D. Come in ogni contesto, dopo un po’ ci vuole un rinnovamento e da questo anno c’è stato l’ingresso di Iacono e De Luca, le due nuove  figure della dirigenza azzurra. Questi due ingressi rappresentano un segno di continuità fra il vecchio e il nuovo ciclo, che continuerà negli anni avvenire anche grazie alle capacità di Maurizio Minichino, che anche negli anni avvenire sarà una delle colonne della governance azzurra. Sulla pagina Facebook ufficiale del Portici è apparsa una nota con le dichiarazioni dei protagonisti sopracitati: 

La SSD Portici nelle persone dei soci Lorenzo Ragosta, Pasquale Noia e Claudio Giudizioso, insieme con i nuovi soci Roberto Iacono e Antonio De Luca
desiderano ringraziare il Dott. Maurizio Minichino per il lavoro svolto fin qui e per la grande attenzione, la cura e la passione trasmessa ai colori del Portici nelle ultime stagioni insieme. 

“Al Dott. Minichino vanno i nostri ringraziamenti per quanto fatto fin qui a Portici e per il lavoro degli ultimi importanti mesi” – ha voluto precisare Roberto Iacono – “Sono sicuro, insieme con il Dott. De Luca, che quello di Minichino per la nostra società resterà un ruolo importante di supporto vista la sua grande conoscenza ed esperienza sia della realtà porticese che della nostra squadra”.


“Faccio il mio personale in bocca al lupo alla società, nella speranza di continuare a scrivere nuove e importanti pagine di questo club, sempre con l’obiettivo che abbiamo rincorso in questi anni: creare una simbiosi tra vecchi e nuovi soci che sia una miscela vincente per tutto l’ambiente” ha concluso Minichino.