Un eurogol di Caso Naturale sblocca la partita, poi ci pensa De Vena a chiudere i conti

 

TABELLINO DEL MATCH:

Giugliano 2

Troina 0

Marcatori: 11’st Caso Naturale, 19’st De Vena.

Giugliano (4-3-3): Mola; D’Ausilio (39’st Capone), Impagliazzo, Di Girolamo, D’Angelo (22’pt Mennella); Micillo, Liccardo, Ruggiero (40’st Carbonaro); Alvino, De Vena, Caso Naturale (38’st Manzo). A disp. Maisto, D’Alessandro, Fiorillo, Riccardis, Nebula. All. Agovino.

Troina: (3-5-2): Serenari; Toure, Raia, Akrapovic (43’st Cinquemani); Fricano (18’st Lo Cascio), Camacho (25’st De Santis), Saba, Daqoune, Indelicato (43’st Palermo); Fernandez, Bamba (13’st Fruci). A disp. Compagno, Torscano, Giambanco, Celesia, De Santis. All. Boncore.

Arbitro: Pezzopane di L’Aquila

Note: Spettatori 900 circa. Ammoniti Di Girolamo, Mennella, Ruggiero (G); Camacho, Saba (T). Espulso al 37’st il tecnico del Giugliano Agovino per proteste. Recupero 2’pt 5’st. Angoli 5-3.

Primo successo stagionale per il GIugliano, che batte il Troina con un secco 2-0 grazie alle reti nella ripresa di Caso naturale e De Vena. Nel primo tempo sono i locali a fare la partita, forte del predominio territoriale, mentre la tattica del Troina è attendista, cercando di sfruttare al meglio il contropiede. Prima occasione per i padroni di casa al 10’ con Micillo, bravo a rubare palla sulla sinistra ed a crossare per De Vena che viene anticipato da Akrapovic, che si rifugia in angolo evitando la conclusione a botta sicura sotto porta del centravanti gialloblù. Due minuti dopo ancora locali intraprendenti con Caso Naturale che recupera il pallone al limite dell’area, lascia a Micillo per la conclusione da buona posizione che viene deviata in corner da Serenari. Risponde il Troina in contropiede al 17’: Camacho lancia in profondità per Fernandez che solo davanti a Mola tenta il pallonetto, sventato in corner dall’estremo difensore campano. Il primo tempo scivola via senza ulteriori emozioni e dopo due minuti di recupero si chiude sul punteggio di 0-0. Ad inizio ripresa subito un’occasione limpida per il Troina, che in mischia non riesce per ben due volte a superare Mola, bravo a respingere due conclusioni sotto misura di Fernandez salvando la sua squadra. Il Giugliano non ci sta e risponde al 7’ con Caso Naturale che a sinistra va sul fondo e mette sul secondo palo per la staffilata di Ruggiero che sfiora il palo e termina fuori. All’11’ il vantaggio dei locali: conclusione mortifera di Caso Naturale dai 30 metri che s’infila nel set alla sinistra dell’incolpevole Serenari, che nulla può sul fendente del calciatore gialloblù. Il gol scuote il Giugliano che al 19’ raddoppia con una bella azione orchestrata da Ruggiero, che lancia in profondità all’indirizzo di Alvino che scatta sulla destra e mette al centro basso per De Vena, che solo davanti alla porta non può far altro che insaccare il 2-0. I locali sono ormai padroni del campo e sfiorano il 3-0 con una punizione dal limite di Alvino, deviata in corner da Serenari. Al 34’ Riccardo va vicino al 3-0 con un esterno destro dal limite che termina di poco fuori. Il Troina prova nel finale a riportarsi in partita, ma Akrapovic da buona posizione fallisce clamorosamente un gol quasi fatto. Il Giugliano controlla senza problemi fino al fischio finale dell’arbitro, che sancisce il primo stop in campionato per i siciliani.