I calabresi agguantano il pari all’87’ con una punizione che passa sotto la barriera

Quando non si chiudono le partite, si sa, c’è il rischio che poi i risultati sfuggano di mano. Esattamente questo è stato il copione del match tra Portici e Palmese, gara valevole per la 23^ giornata del Girone I. I campani, che avevano trovato il vantaggio al 31′ con Di Prisco, sono stati poi raggiunti nel finale da una punizione di Mistretta.
Partita che vede i padroni di casa, forti di 5 risultati utili consecutivi, schierarsi con il consueto 4-2-3-1 con i soliti interpreti messi in campo da mister Chianese con l’unica eccezione di Felleca che rileva Coratella nell’11 titolare. La Palmese è reduce da un rendimento altalenante nelle ultime partite, mantenendo ben salda la nona posizione con 7 punti di vantaggio sulla zona playoff. Mister Franceschini opta per un 3-5-2 con Colica, e l’ex Sancataldese Ouattara come terminali offensivi.

Gara che comincia su ritmi blandi, le due squadre impiegano tempo a studiarsi e nella prima mezz’ora non ci sono grandi occasioni da segnalare tranne una punizione di Sall che termina contro la barriera. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo è decisamente più energico e si apre subito col vantaggio del Portici. Lancio dalle retrovie all’indirizzo di Improta che spizza di testa per l’inserimento di Di Prisco, che sempre di testa batte l’estremo difensore Barbieri per l’1-0 azzurro. Il Portici è più in palla e prova a raddoppiare il vantaggio: bello spunto di Onda che sull’out di destra fa fuori due avversari e calcia col sinistro che finisce di poco a lato. I neroverdi sono in balia degli azzurri e rischiano ancora di subire il 2-0 al 41′ quando Barbieri è bravo a neutralizzare una conclusione ravvicinata di Improta, lasciando terminare la prima frazione di gioco sul punteggio di 1-0.

Ripresa che comincia a ritmi lenti per poi accendersi al 59′ con l’occasione per il Porticese Felleca che di testa su cross da corner di Nappo sfiora ancora una volta il raddoppio azzurro. Al 63′ c’è il primo sussulto della Palmese: recriminano i calabresi per un goal annullato per offside. Punizione dalla tre quarti su cui si avventa Colica che di testa batte Marone, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco segnalato dall’assistente. Ospiti che crescono sempre di più e sono ancora pericolosi al 79′ quando Sall si immola per respingere un tiro a botta sicura di Saba. Il Portici si fa vedere di nuovo in avanti all’87’ quando Panico si divora un goal ben servito da una gran discesa di Onda. Sul capovolgimento di fronte la Palmese parte in contropiede e lancia Ouattara che, al limite dell’area viene anticipato da Marone in un uscita di mano. Sulla seguente punizione è Mistretta a segnare la rete del pareggio finale grazie ad un tiro che fende la barriera per il più imparabile dei goal. Gara che nei successivi 5′ di recupero prosegue senza troppe emozioni, le due squadre terminano la partita sul pareggio di 1-1 che ai punti avrebbe sicuramente visto meritare il Portici.

 

TABELLINO
PORTICI – PALMESE 1-1 (1-0)

Portici 1906 (4-2-3-1): Marone 99, Boussaada 99, Salimbè 01, Nappo (90′ Coratella), Sall, Cretella, Felleca 98 (73′ Panico), Di Prisco, Improta, Onda 98, Marzano.
A disposizione: Antico 99, Sgambati 98, Atteo 01, Accardo 99, Romano 00, Imbimbo 00, Grieco 99
All: Chianese


Palmese (3-5-2): Barbieri 98, Piras (46′ Bonaddio), Gambi, Cinquegrana, Bruno, Guglielmi 98, Calivà 97, Lucchese (68′ Mistretta [90′ Macagnone 99]), Ouattara 98, Colica 99, Leonardi 01 (73′ Saba)
A disposizione: Zoccoli 02, Zapparata 00, Pascarella 99, Basile 00, Spanò


ARBITRO: Paul Leonard Mihalache – Sez. Terni
ASSISTENTE 1: Francesco De Santis – Sez. Avezzano
ASSISTENTE 2: Roberto D’Ascanio – Sez. Roma 2

RETI: 31′ Di Prisco, 90′ Mistretta