Scatenata sul mercato la società gialloblu ha messo a segno colpi importanti che la candidano come rivelazione di questa stagione, ma manca ancora qualcosa

GIUGLIANO IN CAMPANIA - In attesa dell’inizio del ritiro, il Giugliano del presidente Sestile si è già portato abbondantemente avanti, siglando già diversi colpi sensazionali di mercato. Da De Vena ad Alvino, da Colombatti Ruggiero. 

A questo punto la domanda sorge spontanea, la squadra è completa o manca qualcosa? Sicuramente un altro colpo da 90, conoscendo la “follia” (ovviamente inteso nel senso buono della parola, ndr) del numero 1, bisognerà aspettarselo. La piazza di Giugliano invoca Gigi Castaldo, ma l’attaccante non sembra ancora intenzionato a mollare la presa con il professionismo e vorrebbe ripartire ancora in qualche squadra campana di C. Non escludiamo che il nome del numero 9 sia ronzato in testa al presidente, e che qualche sondaggio sia stato fatto, ma purtroppo Castaldo resta solo una suggestione in questo momento inarrivabile.

Un vice De Vena però dovrebbe arrivare, vista la partenza sia di Favadirezione Afragolese, che di Fragiellodirezione Virtus Avellino. Il solo Antonio Orefice, classe 2000 potrebbe non bastare. Il ruolo di ali è più che al completo con Alvino, Manzo, Caso Naturale e Bacio Terracino che completano un reparto offensivo coi fiocchi.

Anche a centrocampo sembra non mancare nulla. C’è un under di tutto rispetto come D’Angelo, candidato a fare il definitivo salto di qualità la prossima stagione, visto che con la regola dei 4 under potrebbe essere chiamato spesso a fare da titolare. Ci sono tre centrocampisti come Tarascio, Liccardo e Ruggiero. In più c’è un altro under come Capone, classe 2000, di ritorno dal prestito all’Albanova e fortemente voluto da mister Agovino.

Il reparto difensivo, probabilmente, è quello che richiede un ulteriore sforzo. Dopo l’arrivo di Colombatti e la conferma di Carbonaro, oltre a quella di di Girolamo, potrebbe arrivare un altro centrale che chiude la cerniera difensiva. Sulle fasce è completa la catena di sinistra con l’accoppiata under Mennella-Krivca (’01-’99), dovrebbe arrivare sicuramente un altro under sulla destra che possa dare manforte a Sardo. A porta confermato Mola, arriverà sicuramente un altro giovane portiere di prospettiva che si contenderà il posto da titolare. Tutti gli indizi portano ad Antonio Maisto, proprietà del Napoli e che si è messo in mostra tra i pali della Frattese.

Un ultima postilla va fatta sui 2001, che oltre al solito Mennella e messo in dubbio il futuro di Cecere, scarseggiano. Mister Agovino è stato chiaro, vuole giocatori già pronti per la categoria e non selezionati dai stage. Sfumato l’obiettivo Oliva, confermato dai nerostellati, parte il casting tra i più esperti giovani della categoria. Due in particolare lo scorso anno si sono messi in evidenza, e chissà che non rientrino nei pensieri del presidente Sestile: Forquet del Pomigliano e Bennasib del Sorrento. Staremo a vedere, il mercato è iniziato da solo una settimana, ma il Giugliano vuole chiuderlo quanto prima per consegnare la formazione al completo in occasione del ritiro a mister Agovino.