Nel prossimo weekend sfide salvezza decisive per Sorrento, Gragnano e Nola

Dopo un turno di riposo a causa del Torneo di Viareggio, domenica ritorna la Serie D con la 27esima giornata.

Nel girone H le campane, purtroppo, quest’anno hanno svolto il ruolo di squadre cuscinetto, ma c’è ancora qualche speranza per almeno una di loro di ottenere la salvezza diretta. Escluse quasi Granata e Pomigliano quasi condannate alla retrocessione (per la prima in particolare è stata un’annata disastrosa, ancora oggi non è riuscita a raggiunge la doppia cifra dei punti in classifica), il gruppetto dei quattro in zona play-out, stanno sgomitando per uscire da quelle sabbie mobili. In ordine di classifica, Gragnano, Sorrento, Sarnese e Nola, non possono più permettersi falsi passi, soprattutto nel prossimo turno con delle decisive sfide salvezza: il Sorrento attende in casa il Nardò, distante solo 3 punti, e in caso di vittoria risucchierebbe i pugliesi nei play-out; Gragnano e Nola, invece, si sfideranno al San Michele, in una sfida che si prospetta impegnativa fino all’ultimo respiro. Gara più proibitiva per il Sarnese, impegnata in trasferta con il Savoia.

Situazione diversa per le nostre corregionali nel girone I. La Turris, in ritardo rispetto al Bari di 11 lunghezze, sembra ormai più interessata a fare quanti più punti possibili per presentarsi al meglio nei play-off, e all’eventuale ripescaggio vista la difficoltà (quasi impossibilità) di vincere il campionato. Il Portici, impegnato nella sfida di Roccella, è ormai salvo, sognando i play-off. Discorso un po’ diverso per la Nocerina che farà visita al Troina (entrambe hanno 36 punti) che ormai è alla ricerca di qualche altro punto per tenere la distanza di sicurezza dei play-out.