Un Coletta in giornata di grazia salva la capolista a cui contro il Taranto basterà un punto per l’approdo tra i Pro; ko che brucia ai rossoneri di Maiuri per quanto creato (e sbagliato) ma per la salvezza servono ancora tre punti

SORRENTO | Blitz dal sapore di Serie C per il Picerno che grazie a un gol di Santaniello ad inizio gara sbanca il campo Italia di Sorrento e vede vicinissimi i Pro, distanti ora solo un punto. Ko immeritato per il Sorrento di Maiuri contro la capolista, con i costieri che hanno creato tantissimo nell’arco dei 90 minuti ma che hanno dovuto fare i conti con un Coletta che ha parato l’impossibile tra cui un calcio di rigore.

PRONTI VIA E PICERNO AVANTI. Inizio si gara da choc per i costieri che dopo appena due minuti di gioco incassano il vantaggio della capolista: ripartenza dei lucani, Santaniello scatta sul filo del fuorigioco e a tu per tu con Munao lo trafigge. Risposta rossonera che arriva al 4′: Vitale, servito da Guarro sulla sinistra, salta un avversario dal limite e serve rasoterra De Angelis che al centro dell’area non riesce ad anticipare per poco l’intervento di Coletta. Sorrento che però soffre gli assalti del Picerno con i lucani vicinissimi al raddoppio prima al 12′ con Ligorio che coglie il palo pieno, poi al 15′ con Langone che da due passi trova il miracoloso intervento di Munao.

RIGORE PER IL SORRENTO MA COLETTA PARA. Nel finale di tempo crescono i costieri di Maiuri, con il Picerno ad abbassare il ritmo: al 38′ ghiottissima occasione sprecata dai rossoneri che sprecano malamente un calcio di rigore, con il panamense Herrera che dagli undici metri si fa respingere il tiro dall’ottimo Coletta. Momento favorevole al Sorrento che al 43′ sciupa l’ennesima occasione per il pari con Vitale che si fionda su un velenoso cross rasoterra di Bozzaotre ma mette a lato da due passi, poco dopo ci prova ancora Herrera dalla distanza ma per Coletta è una telefonata.

PICERNO NON PERVENUTO, COLETTA SI. La ripresa si apre sulla falsariga del finale di prima frazione, con il Sorrento molto più in gamba rispetto alla capolista Picerno. Al 51′ Herrera beffa la difesa lucana ma trova l’intervento provvidenziale di Coletta a sventare il pericolo, al 66′ Guarro dalla sinistra crossa per la testa di De Angelis ma il pipelet lucano risponde presente.

DENTRO GARGIULO MA IL GOL NON ARRIVA. Maiuri fiuta il momento propizio e getta nella mischia bomber Gargiulo, il Picerno non riesce a reagire e al 73′ è provvidenziale Ligorio a deviare in corner un pericolosissimo passaggio di Herrera per De Angelis ben appostato a centro area. Al 79′ Bozzaotre scodella al centro per l’accorrente Gargiulo che di prima intenzione manda la sfera a lato di poco; un minuto dopo sempre Gargiulo prova a sorprendere l’attento Coletta senza fortuna. Al 94′ ultima discesa di Guarro sulla sinistra, cross per Gargiulo che di testa fa la barba al palo. E’ l’ultima emozione del match: il Picerno riesce a difendere il prezioso vantaggio fino al triplice fischio del signor Scarpa che certifica la sofferta vittoria della capolista, ora a -1 dalla Serie C, contro un Sorrento che forse meritava addirittura la vittoria. 

SORRENTO 0-1 PICERNO

SORRENTO: Munao, Todisco ’98, D’Alterio, Masi ’00, Russo (67′ F. Fusco ’99), Guarro, Bozzaotre ’00 (79′ Chirullo ’99), De Rosa, Vitale ’01 (67′ Gargiulo), Herrera, De Angelis. A disp. Giordano, Rizzo, Scarf ’99, Cardone, Paradiso ’99, Stallone ’00. All. Maiuri.

PICERNO: Coletta, Fiumara ’98, Vanacore ’99, Fontana, Pitarresi (17′ Conte, 87′ Corso), Ligorio, D’Alessandro ’99, Langone ’00, Santaniello (87′ Camara), Kosovan, Esposito. A disp. A. Fusco ’00, Lordi, Sambou ’00, Bassini, Tedesco ’98. All. Giacomarro.

ARBITRO: Scarpa di Collegno.

ASSISTENTI: Cravotta di Città di Castello e Lafandi di Locri.

RETI: 2′ Santaniello.

NOTE: pomeriggio nuvoloso, spettatori 1.000 circa. Al 38′ Herrera (S) si è fatto respingere un calcio di rigore.