Il giocatore biancazzurro fallisce un calcio di rigore e la compagine di Chianese non va oltre lo 0-0 con il Troina, un altro pari e occasione mancata per i play off

Ancora un pareggio per il Portici. Se i risultati fossero sintomi al Portici diagnosticherebbero un inizio di pareggite. Terzo pari consecutivo per gli azzurri che dopo quelli ottenuti con l’Igea Virtus e Palmese centra il medesimo risultato in casa con i siciliani del Troina. Vesuviani che scendono in campo con il solito 11 collaudato messo in campo da Mister Chianese con Marone tra i pali. Sall, Cretella, Boussaada e Salimbè a comporre il reparto difensivo. I due mediani sono i soliti Nappo e Atteo alle spalle del quartetto offensivo composto da Coratella, Onda e Di Prisco alle spalle di Improta. Siculi che si presentano al San Ciro con la classica formazione imbottita di stranieri di talento. Spicca in difesa il centrale Ruano e in avanti i nigeriani Ceesay e Adeyemo. Gara che vede il primo squillo arrivare al 7′ minuto con Cretella, che ben servito in area da Nappo non riesce ad inquadrare la porta. Gara che prosegue su ritmi energici, il Troina interrompe sistematicamente il gioco interrompendo con dei falli l’azione dei padroni di casa. Al 28′ c’è la prima grande occasione del match. Serpentina di Onda che salta 3 avversari e calcia ma trova la grandissima risposta di Serenari che si oppone al suo tentativo deviando la palla sul palo e raccogliendo la sfera in seguito. Ancora portici vicinissimo al vantaggio al 42′ quando Improta non riesce a battere a rete sul servizio di Coratella, grazie ad un grande anticipo di Lo Cascio, lasciando concludere a reti bianchi la prima frazione di gioco. Ripresa che vede ancora gli uomini di mister chianese farsi avanti alla ricerca del vantaggio. Passano appena 3 minuti quando è Di Prisco che ci prova con un colpo di testa ben bloccato da Serenari. Portici che comanda la gara e al 53′ ha un altra grande chance. Lancio di Cretella all’indirizzo di Improta che crossa al centro per Coratella che a tu per tu di testa non riesce a battere l’estremo difensore rossoblu. Al 66′ si fanno vedere per la prima volta i siciliani e per poco non passano in vantaggio. Gran tiro dalla distanza di Adeyemo su cui trova una grandissima risposta di Marone che in due tempi riesce ad impedire la rete ospite. L’episodio più grande della partita arriva all’82’: Improta entra in area e viene trattenuto da Saba. L’arbitro non ha dubbi e concede un calcio di rigore, dal dischetto però l’attaccante Porticese fallisce il tiro dagli 11 metri colpendo la traversa, sulla ribattuta è ancora lo stesso Improta a colpire la sfera, ma l’arbitro ferma il gioco in virtù del fatto che è stato lo stesso calciatore azzurro ad avventarsi sulla ribattuta. Con questo ultimo squillo si chiude il match sul punteggio di 0-0. Terzo pareggio consecutivo per il Portici che tocca quota 36 punti a meno due lunghezze dall’ultimo posto valido per i playoff, punto prezioso per il Troina che raggiunge quota 32 punti in classifica tenendo a 6 punti di distanza la zona play out.
PORTICI-TROINA 0-0
Portici (4-2-3-1): Marone; Boussaada, Sall, Cretella, Salimbè; Atteo (71′ Carrafiello), Nappo, Di Prisco (55′ Marzano); Onda, Improta, Coratella (60′ D’Angelo). A disp. Antico, Sgambati, Accardo, Romano, Imbimbo, Felleca. All. Chianese.
Troina (3-5-2): Serenari; Lo Cascio (79’ Bonfini), Raia, Ruano; Sidibe (89′ Zappalà), Boscaglia, Saba, Ceesay (71′ Toure) Adeymo; Ferreira, Musso (81′ Buffa). A disp. Galluzzo, Daqoune, Romeo, Gomes, Finocchiaro. All. Boncore.
Arbitro: Maurizio Barbiero – Sez. Campobasso. Assistente 1: Emanuele Fumarolo – Sez. Barletta Assistente 2: Mauro Antonio de Palma – Sez. Monza
Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti Salimbè, Nappo, Cretella (P); Adeyemo, Ruano, Ferreira (T). Recupero 2’pt, 5’st. Angoli 5-4.