La Nocerina supera il Turno Preliminare di Coppa Italia eliminando il Nola alla lotteria dei rigori, nel turno successivo affronterà il Portici al San Ciro

NOCERA INFERIORE (SA) - La Nocerina avanza al primo turno di coppa Italia di serie D superando ai calci di rigore il Nola, grazie a due ottime parate dei suo portiere Leone e alle trasformazioni di Carrotta, Campanella, Mincione e Ciampi. Sostanziale equilibrio nei tempi regolamentari, con i padroni di casa decisamente più in palla nella prima frazione, al cospetto di un Nola nettamente più spigliato e intraprendente nei secondi quarantacinque minuti.

Per il debutto ufficiale Di Costanzo, orfano dello squalificato Di Lollo e degli indisponibili Tshibamba, Romano e Scocco punta sul 4-2-3-1, con Sorgente riferimento offensivo. Gli ospiti, senza il fresco ex Cardone, si affidano al 3-4-3, con Di Caterino, Stoia ed Esposito a comporre il tridente d’attacco.

SORGENTE SPRECONE, NOLA DUE VOLTE PERICOLOSO. Il primo sussulto della gara è di marca locale. Al 7’ Sorgente si libera in area grazie a un rimpallo e batte a rete. Bravissimo Capasso a distendersi rapidamente e deviare in corner. Al 26’, dopo una lunga fase di stallo, gli ospiti vanno a un passo dal vantaggio. Traversone dalla destra di Reale per Di Caterino che si libera dalla marcatura e svetta di testa da ottima posizione. Sfera di un soffio a lato. Col passare dei minuti gli ospiti diventano più propositivi e al 33’ si affacciano di nuovo nell’area avversaria con Reale, che spreca da due passi su ottimo cross di Todisco. La reazione della Nocerina è immediata. Dopo tre giri di lancette Poziello lavora un ottimo pallone sulla destra e lo offre a Sorgente, che pecca ancora di freddezza, lasciandosi prima ipnotizzare da Capasso, poi calciando clamorosamente fuori. È l’ultimo sussulto della prima frazione, che si conclude dopo un solo minuto di recupero tra gli applausi convinti del pubblico molosso.

LEONE DECISIVO DAGLI UNDICI METRI. La ripresa inizia senza novità nei due assetti tattici. Gli ospiti approcciano con piglio diverso e al 9’ provano la conclusione con Calise che dal limite dell’area non inquadra lo specchio. Allo scoccare del quarto d’ora il solito Sorgente si invola verso l’area avversaria, ma si fa anticipare sul più bello da Reale, ignorando Carrafiello tutto solo sul versante opposto. Al 19’ Nola ancora pericoloso. Todisco pesca Calise tutto solo a centro area; la conclusione del centrocampista è debole e centrale. Leone blocca senza difficoltà. L’estremo difensore rossonero si rende ancora protagonista al 26’, deviando in corner un tiro insidioso del neo entrato Giliberti. Al 31’ è Langella a saggiare i riflessi di Leone, che si rifugia ancora sul fondo con un intervento goffo ma efficace. Tra la classica girandola di sostituzioni e varie perdite di tempo, dovute anche al gran caldo, i tempi regolamentari non riservano altre emozioni. La qualificazione si decide dalla lotteria dei calcio di rigore. La Nocerina strappa il pass per il turno successivo, grazie alle parate di Leone, bravissimo a ipnotizzare Guarro e Giliberti, dopo le reti di Carrotta, Campanella, Mincione e Ciampi e l’errore di Conte. Per il Nola a segno Gargiulo, Esposito e Mileto. I molossi domenica prossima affronteranno fuori casa il Portici di Chiaiese.

E. Pagano, ForzaNocerina.it