Il direttore parla del momento dei bianconeri e degli ultimi 180' di D, della super sfida del Menti e anche dei play di Eccellenza e Promozione

NOLA (NA) - “Nola, ci crediamo, speriamo di salvarci”. Il direttore Francesco Mennitto parla del momento dei bianconeri, delle speranze di salvezza e ci dà la sua sui play off e soprattutto sulla sfida tra Frattese e Giugliano.

Direttore come ti stai trovando a Nola?

“Mi trovo bene, la società è composta da giovani imprenditori nolani e anche se la squadra non l’ho fatta io la sento mia. Vedo la serietà con la quale lavorano sul campo, la speranza è di salvarci per programmare con calma il futuro, ma mi sono integrato alla grande”.

Un momento complicato, con una classifica dove adesso non si può sbagliare niente…

“Siamo in linea con i programmi della società che era consapevole delle difficoltà di salvarsi, la sconfitta di domenica brucia ancora perchè siamo stati sfortunati poi dopo l’1-0 si è messa in salita contro una formazione che nel girone di ritorno è quarta. Adesso ci giochiamo le nostre carte negli ultimi 180′ prima sperando di battere il Gelbison, poi andando a Nardò dove potremmo giocarci la salvezza diretta o almeno il play out in casa, abbiamo delle assenze ma daremo il massimo. Il presidente e la società ci ha messo la faccia, De Lucia è sceso in prima persona difendendo la loro creatura, la speranza è di farcela”.

Non possiamo non chiederti un pronostico sullo spareggio Frattese-Giugliano…

“Sullo spareggio sono di parte essendo un ex frattese, sono stato due anni bellissimi sia come risultati che come ambiente, anche dall’altra parte ho molti ex Savoia, ma per come hanno condotto il campionato i giocatori della Frattese sarebbe il coronamento di una favola al cospetto di una corazzata anche se meriterebbero entrambe, mi auguro però una favola a lieto fine per la Frattese che può fare solo bene al calcio campano”.

Direttore chi vede favorito per i play off in Eccellenza?

“E’ una gara equilibrata tra Afragolese e Gladiator, l’Afragolese con Masecchia ha fatto bene, ma il Gladiator centrocampo e attacco sono di altra categoria, è una gara da tripla con leggero pronostico a favore dei padroni di casa. Dopo moltoo dipende da come ci arriva psicologicamente la perdente dello spareggio e può succedere di tutto. Nel girone B sono di parte, faccio il tifo per l’amico Gianluca Esposito”.

Girone B di Promozione che conosci benissimo, chi la spunta?

“E’ stato un grande girone con squadre forte, io penso che se la giocheranno S. Antonio Abate e Vico Equense, con i sorrentini che hanno il vantaggio del fattore campo e di una grande rimonta”.