Davide Mancone, tecnico dell’Anagni che domenica ha battuto 3-1 il Portici analizza la prossima sfida contro la Turris che si disputerà al Novi di Angri. 

“Domenica dobbiamo essere intelligenti ma anche essere realisti, affrontiamo una squadra al di sopra di tutti e della categoria. Dobbiamo andarci con grande umiltà, ma per noi il tema della settimana è stato quello di non perdere le certezze. Ci abbiamo messo un po’ per acquisire determinate certezze e compattezza. Al di là del risultato sarà importante non sbandare, disunirsi e tornare a casa con le stesse certezze che abbiamo maturato in questo mese e mezzo. Siamo chiamati ad un’impresa, uscire da Angri con dei punti sarebbe un miracolo. Questo non significa che non possiamo giocarci le nostre carte, non dobbiamo modificare il nostro atteggiamento”.

Il match su disposizione della Prefettura di Salerno sarà disputato senza la presenza degli spettatori.

“Esperienze come quelle di giocare a Torre del Greco non capitano spesso, avrei preferito giocare con lo stadio pieno. Mi dispiace perché non capita spesso, sarà una partita un po’ atipica. Qualcosa cambia ma obiettivamente con i valori che hanno loro cambia poco.