Chianese non trova la prima vittoria: contro il Monterosi è 0 a 0

T.A. (NA) - Il Savoia targato Chianese non inverte la marcia e impatta 0 a 0 contro un organizzato Monterosi. La squadra del tecnico salernitano arriva alla sfida del Giraud ‘riposato’ –dato il rinvio della prima di ritorno– rispetto ai laziali che sono in pieno tour de force. D’Antoni sistema i suoi su tre linee di gioco, ad agire davanti a Salvato ci sono: Angeli, Pasqualoni, Costantini e Vagnoni; mediana con: Montanari, Rea, Buono e Capodaglio; in avanti, Sevilla e Lucatti. Chianese conferma il 4-3-3 marchio di fabbrica, con la novità tattica di De Rosa centrale difensivo, viste le assenze per squalifica di Poziello e Cipolletta. Fornito in cabina di regia con D’Ancora e Stallone interni. Le punte del tridente iniziale sono: Esposito, Sorrentino e Caso Naturale. Le prime battute vedono i bianchi in supremazia di possesso, ma la manovra oplontina risente di velocità e il Monterosi ha gioco facile nell’arginare le offensive biancoscudate. Al Savoia il merito di trovare il primo tiro nello specchio della porta: al 25’ è D’Ancora, con un tiro dal limite, a scaldare i guanti del portiere monterosolino. I laziali, mai veramente in affanno, controllano la gara forti dell’ottima organizzazione tattica e solo nel finale di tempo ‘regalano’ ai bianchi l’occasione più ghiotta della prima frazione: Fornito è bravo a rubare palle sulla trequarti difesa dai biancorossi, ottima la sua conduzione di palla fino al limite dell’area di rigore, il suoi sinistro però è mortificato dalla parte alta della trasversale e non fa male ai laziali. Termina il tempo sul risultato di parità. Ripresa e subito doppio cambio effettuato da Chianese: Scalzone e Kyeremateng rilevano Esposito (tra i peggiori) e Caso Naturale. I bianchi provano ad alzare il baricentro e di conseguenza aumentano la pressione in zona avanzata. D’Antoni risponde con il cambio di Sivilla, sostituito da Sowe (mina vagante per Manzo e Co.). Al 66’, Tarascio, entrato al posto di Fornito, effettua un traversone dalla destra, l’incornata del neo-entrato De Pretis non trova la porta. Il Monterosi prova a portare a case l’intera posta in palio e nel finale testa le qualità del portierino Esposito. Il numero uno biancoscudato è perfetto sul tiro di Sowe, sulla sulla respinta bassa è Manzo a salvare sulla linea di porta la seconda conclusione della punta laziale. Brivido finale per i bianchi: Esposito si fa trovare nuovamente pronto sul tiro, da posizione defilata, di Lunatti verso il palo corto, tenendo i suoi sulla linea di galleggiamento fino al triplice fischio di Arcidiacono. Pareggio, con brivido, che sa di confitta per il Savoia: ora i bianchi sono lontani 6 punti dal Latina capofila con una gara in più disputata.