Il tecnico gialloblù aggiunge sul prossimo impegno: "Sarà una partita scorbutica, affronteremo una squadra che sta costruendo il suo campionato in casa"

Si prepara all’ultimo appuntamento del 2021 il Giugliano.

La formazione gialloblù, ampiamente campione d’inverno del girone G, affronterà nella sfida pre-natalizia il Cassino in esterna, in un impegno che si preannuncia tutt’altro che semplice.

La compagine romana avrà la possibilità di allungare sulla zona playout e sul Real Monterotondo Scalo (che non scenderà in campo contro il Cynthialbalonga, sfida rinviata a data da definire) e chiudere così l’anno con un po’ di respiro.

l gialloblù, dal canto loro, sono chiamati a vincere sul campo per rispondere a quanto faranno Sassari Torres e Aprilia contro le ultime della classe (Insieme Formia e Carbonia).

La sfida nasconde, però, alcune insidie, come dichiarato anche dal tecnico del Giugliano Giovanni Ferraro

REAL MONTEROTONDO SCALO – “Domenica è stata disputata una prestazione di livello. Siamo contenti, ma rappresenta già il passato. Dobbiamo dimenticare l’ultima gara di campionato e pensare al futuro a quello che sarà e alla partita di domani. La squadra è molto serena, vogliosa di tornare in campo. Siamo tutti consapevoli dell’importanza di del match di domani che ci farebbe arrivare a 43 punti con una gara al termine del girone di andata. Serve concentrazione e serietà”.

PROSSIMO IMPEGNO – “Sarà una partita scorbutica, su un campo difficile contro una squadra che ha singoli di qualità ed esperienza. Stanno costruendo in casa il loro campionato. Dobbiamo pensare a noi stessi, vogliamo passare un natale sereno e chiudere al meglio. Ci prepariamo per una grande prestazione. Da un punto di vista personale non faccio bilanci, le somme si tireranno alla fine dell’anno. Sono contento del gruppo che alleno e felice di allenare in una società seria e professionale e in una città importante come Giugliano. Il campo per me è sempre l’unico giudice”.

OYEWALE – “Mancherà, lo ritroveremo nel 2022”.