Fa festa il Nola! Al “Borsellino” di Volla, i bianconeri battono di misura il Roccella in una gara molto importante per testare valori e obiettivi. La gara ha visto una netta superiorità degli uomini di Esposito, giovani ma bravi nel giocare a calcio: solo uno Scuffia, versione monstre, infatti ha impedito un più largo risultato ed anzi il Nola deve ringraziare anche il fato nel finale per una traversa che avrebbe avuto il sapore di beffa.

Dominio totale del Nola nel primo tempo, i giovani bianconeri messi bene in campo da Esposito tengono un buon fraseggio e cercano sempre la giocata collettiva. I bruniani vanno vicini al gol già al 4′, con la difesa ospite che a fatica riesce ad arginare in angolo un colpo di testa di Guarro, che quest’oggi ha giocato da attaccante vista l’assenza ormai nota di Cappiello. Risponde il Roccella con Leonardi, all’ottavo: il calciatore del Roccella è bravo a rubare palla a Gargiulo ma la sua conclusione viene parata dall’ottimo Capasso. Gara tra due squadre molto giovani e vivaci, tanta corsa al “Borsellino” di Volla. Salgono di ritmo Todisco e Stoia, i due confezionano nel giro di 20 minuti tre azioni nitide. Prima è Todisco a servire l’attaccante in profondità, che pero a due passi da Scuffia manca nell’aggancio. Poi è l’esterno destro bianconero, con un tiro potente e preciso, a costringere ancora Scuffia ad un bell’intervento in angolo: il portiere poi si ripete un istante dopo con un altro miracolo su Stoia. Il portiere del Roccella, in giornata super, è ancora decisivo alla mezzora su Stoia, che di testa la mette in porta ma non riesce a portare in vantaggio il Nola. Sarà questa l’ultima emozione di un primo tempo in cui il Nola la fa da padrona, ma resta sullo 0-0 per via di un super Scuffia.

Nella ripresa, Nola ancora tambureggiante. Gli uomini di Esposito hanno maggiore fama e gamba del Roccella, che sbanda su tutti i fronti. Chiacchio sfiora la rete da due passi, Todisco al 64′ trova ancora Scuffia a dirgli di no sul secondo palo. Sembra una porta stregata, nel frattempo Esposito mette centimetri al suo attacco inserendo Esposito per provare a vincerla. Dilaga il Nola, ma il Roccella potrebbe beffare i padroni di casa, a venti minuti dal termine, quando Santaguida con un tiro dal limite costringe Capasso al miracolo. La svolta però arriva al minuto 80′: Suraci viene espulso per il Roccella, regalando una punizione al Nola. Sulla palla, va Esposito che indovina il gol della domenica con una traiettoria perfetta sulla quale non può nulla Scuffia. Una rete che sa di liberazione per l’attaccante e per il Nola, ma la beffa è dietro l’angolo e per poco non si materializza: Di Franco trova una strana traiettoria, la palla sbatte sulla traversa a portiere battuto e salva i bianconeri da un pari che sarebbe stato beffa. Una scarica di adrenalina finale che però sorride al Nola, che festeggia la sua seconda vittoria in campionato portandosi a quota 7 punti nel girone I di Serie D: male invece il Roccella, mai in partita e con un solo punto all’attivo.

SS NOLA 1925 1-0 ROCCELLA JONICA 1935 (36’st Esposito)

SS NOLA 1925 (3-4-3): Capasso 00; Raimondi 99 (25’st Catavere 99), Mileto, Gargiulo; Todisco, Calise 01 (25’st Reale 01), Langella, Gaye; Chiacchio 00 (23’st Giliberti 01), Guarro (18’st Esposito), Stoia.

A disposizione: Anatrella 01, Reale 01, Marrella 01, S. Sannia 01, Moreschini 01, Esposito, Catavere 99, Giliberti 01, Di Caterino 01.

ALL.  Gianluca Esposito

ROCCELLA JONICA 1935: Scuffia, Faiello, Mbaye, Magno 00 (38’st Pascuzzi 00), Livera 00, La Gamba  00, Suraci 01, Osei, Santaguida (43’st Di Franco 01), Ritano (38’st Leveque 99), Leonardi (18’st Figliomeni).

A disposizione: Commisso 02, Manganaro, Pascuzzi 00, Sangare, Di Franco 01, Iuculano, Figliomeni, Leveque 99.

ALL. FRANCESCO GALATI

ARBITRO: Sig. Mastrodomenico di Policoro (Abbinanti  – Colaianni)