Sono i migliori attaccanti della nostra regione, sparsi per tutta Italia e sempre a caccia di nuovi gol: nove in totale perché il "9" è il numero per antonomasia dell'attaccante vero

ROMA- Abbiamo scelto i migliori “9” attaccanti campani del momento, quelli che in serie D stanno facendo sfracelli a suon di gol. “9” come il numero di maglia che solitamente porta un attaccante da doppia cifra perché difficilmente segni con continuità se non hai l’istinto del bomber. Abbiamo scovato dunque  negli otto gironi di Serie D, dal girone A al girone I, e questa è la speciale classifica dei migliori nove goleador campani:

CLASSIFICA BOMBER CAMPANI
Longo Fabio 16 gol
(TURRIS 1944, GIRONE I)
De Vena Alessandro 13 gol (CALCIO AVELLINO, GIRONE G)
Prisco Umberto 12 gol (CASSINO CALCIO, GIRONE G)
Esposito Gennaro 11 gol (SS NOLA 1925, GIRONE H)
Sorrentino Gennaro 11 gol (1 SDL REZZATO, GIRONE B/10 PORTICI 1906, GIRONE I)
Celiento Marzio 9 gol (TURRIS 1944, GIRONE I)
Santaniello Emanuele 9 gol (AZ PICERNO, GIRONE H)
D’Auria Gianluca 8 gol (FC FRANCAVILLA, GIRONE H)
Manfrellotti Salvatore 8 gol (ACIREALE CALCIO, GIRONE I)

PIÙ DI 10 GOL – Partendo da Fabio Longo, un attaccante da quasi 100 reti negli ultimi quattro anni. Domenica non ha trovato la via del gol nonostante abbia lottato come un forsennato, ma il portiere Franza della Sancataldese gli ha negato la gioia con almeno due prodezze: sarebbe stata la quarta gara consecutiva con gol, una striscia interrotta ma resta ancora lui il bomber dei bomber CAMPANI con 16 gemme. Dietro di lui, ci sono tue attaccanti del girone G. Alessandro De Vena dell’Avellino è uno dei trascinatori nell’annata particolare dei lupi, che sono ancora lontani dalla vetta. Lui però è uno dei pochi a salvarsi con ben 13 reti, di cui l’ultima siglata proprio domenica nel pari con l’Anagni. Un solo gol dietro, quindi a quota 12, troviamo Umberto Prisco del Cassino. Meno continuo di De Vena, ma ugualmente prolifico. Non segna da tre gare, ma l’ultima volta con l’Anzio fu doppietta. E domenica c’è Avellino – Cassino, preparatevi i pop corn. Dal Girone H, scendendo la classifica, troviamo Gennaro Esposito. Un giocatore esperto che poteva avere carriera ben diversa, ma che ha deciso di affermarsi in C e D. Negli ultimi anni, si era dedicato alle vittorie di campionati di Eccellenza (Ercolanese e Savoia), poi la chiamata del Nola in D. Stimoli e motivazioni hanno fatto il resto: doppia cifra raggiunta, i suoi gol rappresentano la metà di quelli realizzati da tutto il Nola. Dai suoi piedi, dipende la salvezza dei bianconeri. Dalla Puglia, si trasloca al Nord e precisamente al Rezzato dove Gennaro Sorrentino domenica ha messo a segno la sua prima rete con la nuova maglia biancoblu. Una rete al Rezzato – dove ci sono altri bomber campani come Bruno e Lauria -, 10 col Portici in quattro mesi: sono 11, il Piatek campano punta a diventare bomber. Ed ora è allenato da Alberto Gilardino, mica un allenatore qualunque.

A POCHI GOL DALLA QUOTA “10” – Sorrentino ha lasciato la scia, nel girone I l’ha presa Marzio Celiento, attaccante della Turris che sta strabiliando in quest’ultimo periodo per forma fisica e senso del gol. Doppietta domenica, sempre tra i migliori in campo nelle ultime gare: al momento sono nove le marcature, ma se continua così probabilmente il bottino sarà molto più ampio a fine stagione. Quota “9” come per Emanuele Santaniello del Picerno, a cui va una menzione speciale in quanto non gioca da Novembre per via di un problematico infortunio. L’ultimo gol in Picerno – Gravina del 04 Novembre, ciò testimonia quanto bene abbia fatto in pochissimi mesi. Spaventosa la sua media!
Dal rossoblu del Picerno a quello del Francavilla. Stesso girone, stessa regione di appartenenza. Santaniello prima, Gianluca D’auria ora. L’esterno del Francavilla ha un sinistro magico, quando non segna per Lazic son dolori: al momento sono “8” in campionato, non male per uno che di ruolo non fa la prima punta. A far da chiudi pista o meglio classifica, oltre a D’Auria c’è Salvatore Manfrellotti a quota otto reti. È senza dubbio lui la vera sorpresa di questa stagione, un giocatore che con rabbia e voglia si è preso una maglia da titolare nell’Acireale: ora gli acesi puntano tutto sui suoi gol per ottenere la salvezza!