La formazione di mister Cioffi ha controllato la sfida dall'inizio alla fine, senza mai rischiare contro un Nola con qualche assenza di troppo

SORRENTO (NA) - Non c’è storia allo stadio Italia: il Sorrento domina dal 1′ la sfida e si aggiudica il derby campano di giornata contro un Nola in evidente difficoltà.

La formazione di mister Cioffi si aggiudica l’intera posta in palio con due reti per tempo, non rischiando praticamente mai nel confronto diretto con i bruniani – che hanno sentito e non poco le assenze dello squalificato Zito e degli indisponibili Acampora, Miocchi, Staiano, Boggia e Mariano. 

ala uno splendido poker ai danni del Nola e praticamente mette in ghiaccio l’obiettivo salvezza. Due reti per tempo per i rossoneri, padroni del campo dall’inizio alla fine. Quattro marcatori diversi (La Monica, Ripa, Mezavilla e Tedesco) per un successo che non è mai stato in discussione.

I rossoneri mettono subito la gara in discesa nel primo quarto d’ora di gioco, con un break rapido di La Monica concluso con un destro potente e vincente sotto la traversa di Cappa. La reazione del Nola non sembra arrivare prepotente e ciò permette al Sorrento di trovare alla mezz’ora la rete del raddoppio con il solito Ripa. L’attaccante ex Juve Stabia riceve la sfera da Petito, imprendibile nell’occasione per la difesa bianconera, e di giustezza spedisce la sfera in rete per il momentaneo 2-0. 

Il Nola non riesce a rialzarsi e a rispondere al doppio svantaggio una volta ritornato in campo dall’intervallo e ciò permette al Sorrento di gestire la gara al meglio. Non sazi per quanto fatto nei primi 45′, i rossoneri trovano al 70′ anche la rete del tris con la zuccata vincente di Mezavilla dagli sviluppi di calcio d’angolo. Negli ultimi minuti gli uomini di mister Condemi gettano la spugna ed i padroni di casa firmano il poker conclusivo. Tedesco, subentrato a Gargiulo ad inizio secondo tempo, alza lo sguardo, rientra da destra sul sinistro e lascia partire una conclusione che trafigge per l’ultima volta Cappa. 

Il Nola, con questa sconfitta, resta ancora attaccato alla zona playoff, vedendo avvicinarsi dopo questo turno il San Giorgio. Il Sorrento si porta invece con questo successo a due punti dalla zona playoff, in attesa di vedere però Nocerina e Gravina scendere in campo nella giornata di domani. 

 

 

 

TABELLINO DELL’INCONTRO 

 

SORRENTO 1945 (3-5-2): Del Sorbo; Rizzo, Mansi, Acampora (59′ Cacace); Manco (59′ Romano), La Monica (63′ Cassata), Selvaggio, Mezavilla, Gargiulo (46′ Tedesco); Petito (86′ Ferraro), Ripa. 

A disposizione: Volzone, Di Palma, Marciano, Petrazzuolo.

Allenatore: Renato Cioffi.


NOLA 1925 (4-3-3): Cappa; Togora, D’Ascia, Sicignano, Sagliano (57′ D’Orsi); Caliendo, Prevete (43′ Gaetano, 74′ Di Dato, 82′ Corbisiero), Camara (64′ Figliolia); Ruggiero, Coratella, D’Angelo.

A disposizione: Mariano, Izzo, Donnarumma, Pietroluongo.

Allenatore: Carmelo Condemi.

 

ARBITRO: Rizzello (sez. Casarano)

ASSISTENTI: Bartolucci (sez. Vibo Valentia) e Schirinzi (sez. Casarano).

 

RETI: 15′ La Monica (S), 31′ Ripa (S), 70′ Mezavilla (S), 85′ Tedesco (S). 

AMMONIZIONI: D’Ascia (N), Togora (N), La Monica (S), Selvaggio (S), Tedesco (S)

ESPULSIONI: /