Dopo il pari con l'Aprilia, i ragazzi di mister Ferraro sono chiamati a ripartire sin da subito il proprio cammino in vetta alla classifica

SASSARI - Tanta curiosità per sapere come il Giugliano reagisca al primo pareggio stagionale. Dopo 9 vittorie di fila, i gialloblù di mister Ferraro si sono dovuti arrendere ad un super Aprilia, e ora iniziano le domande sulla possibile reazione dei tigrotti che sono chiamati a reagire subito nella trasferta sarda contro l’Atletico Uri. Un’altra sfida senza Suleymane Oyewale, una perdita importante nello scacchiere di Ferraro, non perché non possa essere sostituito il giovane terzino, ma per l’età e la regola dell’under (2000) che incide sulle scelte del tecnico. Ballottaggio a tre per due posti tra Gentile, Caiazzo e la rivelazione Boccia reduce da una super partita contro l’Aprilia, che da continuità alle cose buone già fatte vedere nell’altra sfida in cui ha iniziato dal 1′ contro l’Afragolese in Coppa Italia. Nessun dubbio sul resto dei titolari che affronteranno i sardi, con Baietti, Biasiol, Poziello, Gladestony, Ceparano (che dovrà riscattare il grave errore che ha portato al pari l’Aprilia, ndr), De Rosa, Cerone, Scaringella (piccolo ballottaggio con Kyeremateng, con l’ex Fidelis Andria nettamente favorito) e Rizzo che avranno la chance di ripartire da dove avevano lasciato prima della sfida casalinga con i laziali, la vittoria è un obiettivo percorribile per una rosa come quella giuglianese.