L’amara osservazione del numero uno del club cilentano dopo la retrocessione matematica in Eccellenza

CASTELLABATE (SA) - Domenica amara per il Santa Maria sconfitto 4-0 al Marcello Torre  di Pagani e condannato all’ultimo posto nel girone H di Serie D. Quindi i cilentani retrocedono in Eccellenza dopo 4 anni di quarta serie. Sull’esito amaro della stagione ormai giunta al capolinea (domenica si giocherà l’ultima giornata) interviene il presidente Francesco Tavassi.

Comunicato stampa

Carissimi tifosi e sostenitori giallorossi,
da oggi purtroppo siamo ufficialmente retrocessi nel campionato regionale di Eccellenza. Dopo 4 anni intensi trascorsi in serie D oggi facciamo un “passo indietro”!
SONO STATI COMMESSI ALCUNI ERRORI E NON SIAMO RIUSCITI A RAGGIUNGERE L’OBIETTIVO PREFISSATO, NONOSTANTE I NOTEVOLI SFORZI ECONOMICI FATTI ANCHE DURANTE LA STAGIONE.

Ringrazio comunque vivamente tutti coloro che, in ogni ambito, in quest anno così difficile, hanno collaborato con noi per evitare questa “sconfitta”!

Desidero confermarvi che la mia famiglia, pur se enormemente amareggiata per l’andamento di questo campionato e per il risultato finale, continuerà ad impegnarsi per offrire al territorio di Castellabate e alle sue nuove generazioni un percorso sportivo di crescita, di formazione e di inclusione sociale.

RIPARTIREMO con nuove motivazioni nel solco dai valori che la Polisportiva Santa Maria Cilento da oltre 90 anni persegue.

Francesco Tavassi