Sorrento disastro con il Fasano, troppo Cerignola e Bitonto per Sarnese e Gragnano. Gelbison beffato, Granata a picco

NAPOLI - Le battistrada corrono, campane una giornata disastrosa. Giornata amara per le nostri rappresentanti che dimostrano la pochezza della nostra regione in questo girone. Il Taranto supera il Savoia nel recupero (con tante polemiche) mantenendo la vetta, con Campilongo che ha retto bene prima del gol di Croce che condanna gli oplontini. Nulla da fare per la Sarnese, Lattanzio fa volare il Cerignola e l’esordio di Pepe è negativo anche se le aspettative di fare punti contro una corazzata non erano altissime. Vince anche il Picerno che supera di misura la Fidelis Andria in attesa del recupero con il Nola che potrebbe dargli il primato solitario. Il Pomigliano torna a sperare: un rigore di Poziello regala il derby con il Nola, con il club di Pipola che vede uno spiraglio di luce, la rimonta è possibile con questi tre punti che potrebbero valere la svolta, stop pesantissimo per Liquidato con i bianconeri che restano in zona play out. Cade anche il Sorrento, beffa per i rossoneri contro il Fasano, la cura Maiuri non funziona e i napoletani restano nei bassifondi con la classifica che è sempre più preoccupante. Cede anche il Gragnano, il Bitonto fa un gol per tempo e Campana si deve arrendere alla forza dei pugliesi. Sciupa il Gelbison, con De Felice che si fa raggiungere dal Nardò nel finale compromettendo una vittoria che poteva essere fondamentale. Ancora una sconfitta per il Granata, passa il Gravina e per Maschio è ormai l’addio alla categoria. Infine, botta e risposta tra Francavilla e Altamura.