Il Sorrento batte il Pomigliano ed è salvo. Sarnese rimontata dalla Fidelis Andria, giornata nera per il Nola. Orgoglio Granata con il Cerignola

NAPOLI - Picerno in serie C. Completa l’impresa la formazione di Giacomarro che pareggia con il Taranto prendendo il punto della matematica in una gara segnata dalle polemiche per la presunta aggressione ai pugliesi nell’intervallo. Il Cerignola alza bandiera bianca pareggiando anche con il Granata, prova di orgoglio per i ragazzi di Maschio che sfiorano il successo venendo raggiunti solo nel finale. Si salva il Savoia. Il Nardò si conferma squadra ostica e Campilongo deve ringraziare Cacace al 95′ che ha evitato il ko. Per gli oplontini la strada play off si complica, sarà sfida a due con la Fidelis Andria per il quinto posto in quanto il Bitonto consolida la quarta piazza in virtù del successo esterno con il Francavilla mentre la Fidelis Andria sbanca Sarno. I ragazzi di Pepe si illudono ma vengono rimontati nella ripresa con la classifica che dice che la salvezza dovrà passare per i play out. Un grande Gelbison piega il Gragnano. In dieci il team di De Felice rimonta i napoletani, per i cilentani è un successo che vale oro e che li avvicina alla salvezza mentre gli uomini di Campana dovranno disputare i play out. Festeggia il Sorrento. Il rigore di Herrera permette al team di Maiuri di piegare il Pomigliano conquistando la salvezza matematica. Profondo rosso per il Nola, i bianconeri patiscono il poker dal Gravina e i play out sono più vicini con Troianiello e compagni chiamati quantomeno a difendere la posizione favorevole. Infine, il Fasano passa ad Altamura.