La Sarnese perde il derby con il team di Campana, il Pomigliano cede alla Fidelis Andria, il Gelbison piega il Granata e vede la salvezza. Nola ancora al tappeto

NAPOLI - Solo il maltempo ferma il Picerno e Cerignola e Taranto si rifanno sotto. La capolista non gioca la sua gara e le pugliesi mettono pressione. Il Savoia resiste per oltre 70′ poi cede alla compagine di Bitetto, una sconfitta che ci può stare su un campo infernale con i ragazzi di Campilongo che dovranno recuperare per centrare la zona play off. Il Taranto, invece, non lascia scampo al Fasano facendo suo il derby. Il Bitonto piega il Nola, niente da fare per Liquidato e compagni che sono in piena crisi, con i pugliesi che ottengono il massimo sforzo con il minimo risultato, mentre la Fidelis Andria supera il Pomigliano, per i napoletani è una batosta con la retrocessione che appare sempre più inevitabile, servirà un miracolo a Vitale per recuperare sulle concorrenti. Chiariello regala il derby al Gragnano contro la Sarnese, per Campana sono tre punti pesantissimi che danno una boccata di ossigeno al Gragnano, mentre Pepe patisce uno stop preoccupante. Vince il Sorrento. Nel match dei rigori, De Rosa fa felice Maiuri e per il Sorrento arriva un successo prezioso contro l’Altamura che fa morale e classifica. Ancora Mekaj fa esultare il Gelbison, tre punti per i cilentani contro il Granata e De Felice vede la salvezza, per Maschio si attende solo la matematica. Infine, il Francavilla batte il Nardò.