La formazione di Inzaghi vede sfumare la vittoria nei minuti di recupero

BENEVENTO - Un pari amaro. È questo il comune sentimento dei giallorossi al termine della sfida col Torino. I campani hanno dilapidato il doppio vantaggio ottenuto grazie alle reti di Viola e Lapadula e sono stati puniti da Zaza che con una doppietta regala il primo punto a Nicola sulla panchina granata. 

Parte bene il Benevento che dopo soli 9 minuti trova la rete del vantaggio con Glik che si vede annullare la segnatura dal VAR per un tocco di mano. Alla mezz’ora i sanniti passano grazie al calcio di rigore trasformato da Nicolas Viola che consente alla formazione di Filippo Inzaghi di chiudere il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa bastano pochi minuti al Benevento per raddoppiare con Lapadula. L’ex Milan arriva prima di tutto sul pallone in area piccola e fissa il punteggio sul 2-0. Da qui in poi arriva la reazione del Toro che solo due minuti più tardi accorcia le distanze con Zaza, bravo a segnare su un bel cross di Singo. L’attaccante granata si galvanizza e al 62′ si vede anche lui annullare il goal del possibile pari. Il VAR però non ha nulla da eccepire al 93′ quando ancora una volta Zaza è abile ad avventarsi su un retropassaggio e a battere l’incolpevole Montipò per il definitivo 2-2. Il Benevento sale a quota 22 punti in classifica e resta in zona tranquilla, pari inaugurale per Nicola sulla panchina granata che con questo risultato resta però sempre molto vicino alla zona retrocessione.