Alla corte di mister Massimo Mele arrivano Pergola, i fratelli Tedesco, Rinaldi, Gubitosi e Granese. Il bomber Petolicchio si trasferisce all'Atletico Battipaglia insieme a Di Martino

GIFFONI VALLE PIANA (SA) | Estate di fuoco in casa Sporting Giffoni. Il giovanissimo club caro al presidente Fabio D’Elia dopo la stagione d’esordio in Terza Categoria conclusa con un positivissimo 6° posto finale ha deciso di guardare in alto: verrà inoltrata domanda di ripescaggio in Seconda Categoria che con molta probabilità verrà accettata. Intanto il club giffonese sta allestendo una rosa competitiva da consegnare a mister Massimo Mele. Vere e proprie bombe di mercato per la categoria: Christian Pergola, difensore classe 1987 ex Giffonese, Santa Maria e Virtus Picentini; Alessandro Rinaldi, esterno classe 1995 cresciuto nella Giffoni S. Anselmo ed ex Giffonese; Diego Gubitosi, centrocampista classe 1984 protagonista tra le fila della Domenico Vassallo Vignale. In uscita viene ceduto il bomber Fabio Petolicchio, tra i più prolifici attaccanti delle categorie inferiori, trasferitosi all’Atletico Battipaglia insieme a Marco Di Martino. In chiusura vicinissimi anche i fratelli Dino e Silvio Tedesco, autentici jolly e portafortuna grazie alla loro bacheca che può vantare numerosi campionati vinti. Il primo classe 1978 e difensore centrale, reduce dal trionfo tra le fila del Calcio Stella in Seconda Categoria, il secondo classe 1984 centrocampista offensivo, autentico numero 10 che se in condizione riesce ad entusiasmare le platee. Memorabili per entrambi i trionfi tra le fila di Virtus Giffoni e Santa Maria, giusto per citarne alcuni.