Gli azzurrostellati tornano a vincere dopo tre mesi di digiuno e si rilanciano in ottica salvezza

PAGANI (SA) - Vittoria di platino per la Paganese che torna a gioire dopo quasi tre mesi di digiuno. Gli azzurrostellati di Raffaele Di Napoli vincono di misura per 1-0 contro il lanciatissimo Catanzaro e si rilanciano in ottica salvezza, salgono a quota 15 in classifica e vedono ora la zona franca a 7 lunghezze di distanza. Ko inaspettato invece per i calabresi allenati da Antonio Calabro che però restano in piena zona playoff.

Inizio di gara nel segno dell’equilibrio più totale tra entrambe le squadre, il primo quarto d’ora scorre via senza sussulti con il gioco che ristagna principalmente a centrocampo. Primi squillo della gara al 17′ da parte del Catanzaro con Di Massimo che ci prova all’interno dell’area ma la sfera si spegne a lato. La risposta della Paganese arriva al 20′, tiro di Squillace verso lo specchio deviato da Scognamillo, la sfera arriva sui piedi di Diop che a porta vuota spara alto. Gli azzurrostellati aumentano il ritmo e poco dopo confezionano ancora una palla-gol con Squillace che da due passi manda la sfera alta a botta sicura. I calabresi scampano per due volte il pericolo e provano a reagire al 26′ sugli sviluppi di un corner con Evacuo che ci prova senza però trovare il bersaglio grosso. La partita diventa vibrante col passare dei minuti, al 29′ la botta in diagonale di Squillace chiama Di Gennaro al colpo di reni mentre al 32′ è il Catanzaro a costruire una bella azione sull’asse Baldassin-Contessa, quest’ultimo scodella in mezzo verso Evacuo che di testa non riesce ad imprimere la giusta potenza alla sfera. Al 36′ calabresi ancora pericolosi, Fazio assiste con un traversone Baldassin che di testa non trova la porta. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione che ha visto una Paganese molto più spigliata rispetto ad un Catanzaro che ha faticato e non poco nel creare interessanti trame offensive.

La ripresa si apre con la Paganese in avanti a cui basta un giro di lancette per trovare il vantaggio tutto sommato meritato: è Raffini di testa a beffare Di Gennaro e a mandare avanti gli azzurrostellati. Il gol galvanizza i padroni di casa che poco dopo sfiorano il bis in contropiede con Gaeta che riceve da Diop e scocca il tiro che viene deviato in corner da Di Gennaro. Il Catanzaro è imbambolato e la Paganese ne approfitta per tentare di allungare, al 52′ cross di Squillace al centro verso Raffini che però non riesce a colpire abbastanza forte di testa per impensierire il pipelet ospite. Mister Calabro striglia i suoi, i calabresi provano a riorganizzarsi ma ogni tentativo di sfondamento viene ribattuto dalla granitica difesa azzurrostellata. Al 64′ è ancora la Paganese pericolosa con Mattia che calcia dai 25 metri spedendo la sfera di poco a lato. Nella seconda parte di frazione i padroni di casa calano d’intensità preferendo gestire il vantaggio, il Catanzaro prova a colpire al 68′ con Garufo che riceve da Evacuo e calcia a volo mandando la palla fuori. Il finale di gara è un arrembaggio dei calabresi: all’83 traversone di Casoli verso Jefferson che di testa mette di un niente a lato mentre all’88’ è il puntero Evacuo su suggerimento di Porcino a calciare a botta sicura ma Campani si supera salvando il risultato. L’ultima emozione del match la regala Zanini con un tiro-cross che viene smanacciato in corner da Di Gennaro, il signor Calzavara dopo 5′ di recupero fischia la fine che decreta il ritorno alla vittoria della Paganese.

PAGANESE 1-0 CATANZARO
PAGANESE (3-5-2): Campani; Cicagna, Sbampato, Sirignano (87′ Cernuto); Mattia (87′ Schiavino), Onescu, Bramati (77′ Volpicelli), Gaeta (62′ Zanini), Squillace; Diop (62′ Carotenuto), Raffini.
A disposizione: Bovenzi, Fasan, Bonavolontà, Antezza, Di Palma, Esposito, Scarpa.
Allenatore: Raffaele Di Napoli.
CATANZARO (3-5-2): Di Gennaro; Scognamilo, Fazio, Martinelli (50′ Porcino); Casoli, Risolo, Verna, Contessa (75′ Grillo), Baldassin (50′ Garufo); Di Massimo (58′ Jefferson), Evacuo.
A disposizione: Mittica, Ianni, Cristiano, Cusumano, Gatti, Riccardi, Salines, Schimmenti.
Allenatore: Antonio Calabro.
ARBITRO: Andrea Calzavara (Varese).
ASSISTENTI: Fabio Pappagallo (Molfetta) – Antonio Severino (Campobasso).
IV UOMO: Fabio Natilla (Molfetta).
RETI: 46′ Raffini.
AMMONITI: Sirignano, Mattia (P), Risolo, Di Massimo, Contessa, Scognamillo (C).
ESPULSI: nessuno.
NOTE: pomeriggio nuvoloso, gara giocata a porte chiuse. Recupero: 1′ pt; 5′ st.