Le dichiarazioni al termine del match tra Casoria e San Giorgio: La Manna: “Affrontato un’ottima squadra ma meritavamo di vincere”, Cianci: “Complimenti ai ragazzi”

Il Casoria non riesce a concretizzare la grande rimonta da 0-2 a 3-2 e non va oltre il pari interno col San Giorgio, un risultato, il 3-3 finale, che non permette ai viola di avvicinarsi al secondo posto, distante sempre tre lunghezze.

Traspare del rammarico dalle parole del direttore generale casoriano Carlo Cristarelli, che prima di analizzare la partita commenta così la notizia, arrivata nell’intervallo della gara di questa mattina, della morte di Davide Astori: “Innanzitutto siamo sotto shock per la scomparsa di Astori, a nome del Casoria voglio esprimere vicinanza alla famiglia del calciatore”. Cristarelli passa dunque a commentare il pari interno della sua squadra: “Abbiamo giocato un brutto primo tempo, durante il quale il San Giorgio è andato meritatamente sul doppio vantaggio. Nella ripresa invece siamo riusciti a ribaltare la situazione ma la terza ingenuità di questa giornata, giunta nel finale di gara, ci è costata la vittoria, regalando un calcio di rigore ai nostri avversari. Sono tre settimane che ci va tutto storto ma non facciamo drammi e proseguiamo per la nostra strada convinti della nostra forza”.

Cristarelli poi punzecchia i tifosi chiedendo maggior sostegno per una squadra che sta disputando un ottimo campionato: “Non accetto quest’aria di dramma che si respira a causa di questo pareggio. Prima di chiederci se possiamo andare ai playoff dobbiamo domandarci se questo pubblico merita la Serie D. Potevamo andare a -1 dalla seconda ma non ho vista la risposta che mi aspettavo da parte della città. Quando eravamo in Prima Categoria gli spalti del San Mauro erano pieni”.

Rammaricato anche mister La Manna, il quale ci tiene a difendere l’operato suo e della squadra: “Abbiamo regalato il primo tempo agli avversari, ma bisogna pur ammettere che loro hanno giocato alla grande mettendoci in grossa difficoltà e sfruttando al meglio le nostre disattenzioni. Nella ripresa c’è stata la reazione che mi aspettavo e meritavamo di vincere, giocando bene e col cuore. A chi critica voglio rispondere che noi non siamo squadra costruita per vincere il campionato o arrivare secondi o terzi, ma sicuramente siamo attrezzati per fare bene, senza l’assillo della vittoria a tutti i costi. Stiamo vivendo una favola ma non si possono sentire cose del tipo che non siamo da playoff. Ai ragazzi non posso dire nulla dopo la gara di oggi, perché hanno dato tutto e abbiamo giocato contro un ottimo San Giorgio, che ha fatto bene contro tutti e che, non dimentichiamo, l’anno scorso è arrivato ad un passo dalla Serie D. Sembra che ogni pareggio sia vissuto come una sconfitta”.

Per il San Giorgio prende la parola l’allenatore in seconda Pietro Cianci: “Voglio fare i complimenti ai ragazzi, perché sono alcune settimane che scendiamo in campo con una squadra giovane e spesso rimaneggiata, ma noi ci mettiamo sempre tanto cuore in ogni partita ed oggi non meritavamo di perdere. Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, ma il rigore subito allo scadere della prima frazione di gara ci ha tagliato le gambe. Nella ripresa è uscita fuori tutta la qualità del Casoria, ma fortunatamente siamo riusciti a pareggiare. L’esclusione di Ioio dai titolari? Patrizio è fondamentale per noi ma ha da tempo un problemino all’anca e in settimana si è allenato poco. Chi è andato in campo non ha comunque fatto sentire la sua mancanza”.

Vincenzo Tanzillo