La Vigor Castellabate sfiora l’impresa contro la capolista, Angri e Santa Maria un punto a testa. Ritorna alla vittoria il Salernum, successi fondamentali per Centro Storico e Temeraria

Dopo sette vittorie consecutive frena leggermente la Scafatese di Macera che a Castellabate ringrazia Martone ed evita un clamoroso ko contro la Vigor penultima in classifica. I cilentani di Foglia nel finale di primo tempo rimontano il vantaggio canarino con due prodezze di Cataldo e solo nel finale subiscono il pari. L’Angri non approfitta del mezzo passo falso della capolista e pareggia per 1-1 in quel di Tramonti contro la diretta concorrente Santa Maria Cilento: è Esposito nella fase finale di gara a pareggiare il vantaggio grigiorosso a firma di capitan Loreto. Prima vittoria della gestione Quaglia per il Salernum Baronissi che espugna Campagna per 2-0 (Minguzzi e Genovese) e scavalca in classifica la Poseidon, sconfitta nel derby capaccese dalla Calpazio con l’identico punteggio: a decidere la contesa a favore dei collinari di Voza sono Iorio e D’Avella nella ripresa. L’Alfaterna si avvicina alla zona playoff con il pesante 4-0 esterno rifilato al fanalino di coda Gregoriana a firma di D’Auria, Cirillo, Cavezza e Montella, mentre il Real Sarno fa un altro fondamentale passo per la salvezza matematica con la vittoria di misura contro la diretta concorrente Real Palomonte (decisivo Mugolieri). Successo fondamentale anche per la Temeraria San Mango che passa corsaro a Buccino per 3-1: dopo l’iniziale vantaggio locale di Teta, i picentini ribaltano il punteggio nella ripresa grazie ai centri di Tastardi, Volpe e Gagliardi. Il guizzo di Sorrentino permette invece al Centro Storico Salerno di piegare col minimo scarto la resistenza della Rocchese, scesa clamorosamente alla soglia dei playout.