Non è ancora arrivato il closing con i cinesi, si paventa la possibilità che a Torre Annunziata la proprietà parli ancora italiano

Savoia non sarà made in China? Giungono clamorose indiscrezioni da Torre Annunziata, dove il futuro degli oplontini è tutt’altro che scritto. Qualche giorno fa la società ha emesso un comunicato ufficiale dove si parlava di cessione imminente ad un gruppo cinese, dando appuntamento di lì a poco per i nomi dei compratori. Invece, se le indiscrezioni a noi giunte si rivelassero vere, la società sta trattando la cessione con 2 distinti gruppi italiani. I nomi non possono essere svelati per mantenere la riservatezza della trattativa, ma il closing con i cinesi non è così imminente e imprenditori campani stanno navigando per cercare di capire se esiste la possibilità di accappararsi la piazza di Torre Annunziata. E i cinesi? Per qualcuno sarebbe (il condizionale è d’obbligo) solo una mossa per far lavorare i veri compratori nell’anonimato, per altri una pista concreta. Certamente, il futuro del Savoia non è così scontato, dei 2 gruppi si sa solamente che sono persone che vogliono portare un grande progetto a Torre Annunziata e che aspettano di conoscere la categoria per scoccare l’assalto o meno. Di certo sembrerebbe che nessuno al Giraud l’anno prossimo griderà: Fozza Savoia!!!