Il Salernum Baronissi tiene viva la speranza playoff, lo Sporting Pontecagnano sale sull’ottovolante e si aggrappa alla matematica, Poseidon e Rocchese si giocano il tutto all’ultima giornata

SALERNO | Angri in Paradiso. La penultima giornata è tutta dedicata alla festa grigiorossa per il ritorno in Eccellenza dopo 5 anni. Bastava un punto ai doriani per la matematica ed è arrivato al termine di una gara scoppiettante contro l’Alfaterna conclusasi sul 5-5. Pari che taglia fuori i nocerini dalla lotta playoff, eppure gli acuti di Cirillo e Citro sembravano voler rovinare la festa grigiorossa, tutto vanificato poi dai gol del pari di Tarallo e Barone e dal successivo sorpasso ad opera di D’Antonio e Napodano (doppietta). In gol anche capitan Esposito per l’Alfaterna e due volte Citro, una tripletta che però non permette al bomber nocerino di issarsi a capocannoniere. Di misura il Buccino Volcei che con D’Orilia batte una mai doma Picciola e si difende dagli attacchi del Giffoni Sei Casali che fa suo il derby per 3-0 contro la Temeraria San Mango con gol di Picariello, Mazzeo e Donadio. L’urlo di Malandrino al 93′ regala una vittoria pesantissima alla Sanmaurese contro una Rocchese ancora non salva e a cui basta un punto nell’ultimo turno. Cilentani che mantengono il quarto posto a +1 sul Salernum Baronissi, vincente per 3-2 contro la Calpazio: Izzo, Maggino e Natella firmano il successo irnino, per i capaccesi doppietta del solito Santucci, sempre più capocannoniere del girone con 28 reti. Sale sull’ottovolante lo Sporting Pontecagnano che vince per 8-1 contro l’Acquavella e spera in clamorosi risultati all’ultimo turno per poter ambire ad un utopistico posto nei playoff, mentre per i cilentani si tratta di un ko che sa quasi di retrocessione. Pari ad occhiali tra Giffonese e Centro Storico Salerno mentre la Poseidon vince per 2-1 contro il già retrocesso Campagna con reti di Guzzi e Perrella (Magliano per gli alburnini) e si aggrappa alla speranza per disputare i playout.