Il tecnico della Polisportiva parla della semifinale play off del Canada, della stagione e dei rimpianti degli ultimi 180' e delle possibilità di arrivare in finale

NAPOLI - “Sono positivo, possiamo passare”. Egidio Pirozzi carica il Santa Maria di Castellabate, la Polisportiva è stata sicuramente una delle formazioni più positive del girone B di Eccellenza con i play off conquistati dopo una grande rimonta che ha fatto sognare in grande anche la compagine cilentana. Adesso, c’è il Cervinara sulla strada di Pirozzi, bisognerà espugnare il Canada per arrivare in finale.

Mister, grande campionato anche se gli ultimi 180′ probabilmente hanno lasciato l’amaro in bocca…

“Sì è vero, eravamo convinti di fare qualcosina in più a due giornate dal termine anche perchè con il San Tommaso abbiamo dimostrato di essere forti, c’è rammarico per la gara con l’Agropoli dove il loro gol ci ha tagliato un po’ le gambe. Ma il campionato lo abbiamo perso a dicembre con quel filotto negativo e con delle scelte un po’ azzardate sulla rosa, ma adesso abbiamo tempo per rimediare”.

Sulla vostra strada troverete il Cervinara…

“Sono i favoriti, hanno una grande rosa e un pubblico importante, ma nel calcio credo che alla fine vincono sempre i migliori. Sarà una partita molto equilibrata che sarà decisa dagli episodi, possiamo farcela”.

Quali sono le sensazioni considerando che giocherete senza pressione visto che in Eccellenza siete una matricola…

“Sicuramente non avremo grandi pressioni, abbiamo una società straordinaria che ci ha permesso di lavorare alla grande. Sono fiducioso, dobbiamo dimostrare di essere i migliori cercando di vincere. L’aspetto mentale delle pressioni viene in secondo piano per me, il calcio premia sempre chi merita, se lo dimostreremo saremo in finale e i ragazzi hanno tutte le carte in regola per continuare il nostro sogno”.