Il Tribuna di Napoli ha disposto il rinvio a giudizio dell'attuale segretario accusato di aver falsificato il comunicato del 14 gennaio 2016

NAPOLI - Il caso Nola approda in Tribunale. Si risolverà davanti alla giustizia ordinaria la vicenda che ha riguardato il Nola inerente alla querelle Pro Poggiomarino e alla polemica che consegnò il campionato alla Rus Vico nella stagione 2015/16. La società bianconera contestò il comunicato del 14 gennaio 2o16 ottenendo dal Tribunale di Napoli il rinvio a giudizio dell’allora e attuale segretario del Comitato campano Andrea Vecchione, accusato di aver falsificato il comunicato ufficiale e di aver alterato con quella decisione il campionato di Promozione che si risolse con la vittoria del Rus Vico ai danni del Nola proprio grazie alla decisione di quel comunicato. E’ arrivato il rinvio a giudizio per Vecchione e la vicenda si risolverà davanti alla giustizia ordinaria, con uno scandalo che torna a galla e che potrà portare ad altre polemiche oltre a gettare nello scompiglio un Comitato commissariato che potrebbe trovarsi a gestire uno scandalo. Trema l’attuale segretario, Andrea Vecchione, che dovrà difendersi da una accusa gravissima che potrebbe mettere fine alla sua carriera da segretario.