Giornata nera per i centrali difensivi frattesi, bene solo l'estremo Romano che limita i danni. Sugli scudi l' "eterno" Rinaldi

FRATTAMAGGIORE (NA) - Giornata da dimenticare per l’intera formazione nerostellata in cui si salva solo il portiere Romano. Prestazione autorevole e voti altissimi per la compagine napoletana. 

FRATTESE

ROMANO (voto 6,5): Se la Frattese affonda ma non sprofonda, il merito è soprattutto suo. Para tutto il parabile ingaggiando una sfida a distanza con Grezio da cui esce moralmente vincitore avendogli negato la gioia del gol dell’ex. Incolpevole sui gol.

MARSEGLIA (voto 5): Giornata no per il talentuoso esterno nerostellato, dalla sua parte il Pianura sfonda sempre nel primo tempo e non riesce mai a prendere le misure ai suoi avversari che ne approfittano. Ci prova su punizione ma la sua conclusione non è precisa e termina alto

TOMMASINI (voto 4,5): A sorpresa gioca una gara molto al di sotto delle sue possibilità, è sempre in difficoltà contro Grezio non riuscendo a prenderlo mai. Giornata da dimenticare anche in impostazione con alcuni errori che potevano rendere il passivo ancora più pesante. Unica nota positiva di giornata un salvataggio sulla linea ad inizio gara.

RICCIO (voto 5): Soffre tanto gli attaccanti avversari, Grezio e Pisani non gli danno tregua e lui è sempre in affanno. Anche sui palloni alti non svetta come in altre occasioni e chiude la propria prestazione con un cartellino giallo.

ANTIGNANO (voto 5): Anche per lui giornata difficile, inizialmente sembra non soffrire dal suo lato poi però sale in cattedra Balzano che gli rende difficile la vita saltandolo più volte. Dal 67′ LA PIETRA (voto 5,5): Entra per dare più peso all’attacco nerostellato ma non incide sul match come avrebbe voluto.

COSTANZO (voto 5): Il capitano nerostellato vive un pomeriggio nero non riuscendo mai a dare le “sue” geometrie alla squadra venendo travolto dalla foga dei centrocampisti avversari soffrendo tanto in fase di non possesso. Dal 56′ FONTANAROSA (voto 5,5): Entra per dare quantità e sostanza al centrocampo nel momento in cui la gara ha perso di intensità. Lotta nel mezzo cercando di aiutare la squadra a riaprire il match ma ormai è tardi.

DE MARCO (voto 5): Non è il motorino ammirato in altre occasioni. Viene completamente inghiottito dal centrocampo ospite non riuscendo mai a trovare la giocata giusta. Nel finale di primo tempo prova la conclusione ma il suo tiro è debole e centrale. 

FIBIANO (voto 5): Prova incolore anche per la giovane mezz’ala nerostellata. Appare troppo timido e non riesce mai a farsi valere contro i muscolari avversari, lasciando spesso scoperta la sua zona di campo. Dal 89′ CAPASSO SV

CELIENTO (voto 5): Sembra il lontano parente di quello ammirato nel secondo tempo di sette giorni fa a San Giorgio. Non riesce mai a creare superiorità sulla sua fascia venendo quasi sempre bloccato. È sua l’azione più pericolosa dei suoi nel primo tempo ma è troppo poco per uno con il suo talento. Si occupa di tutti i calci piazzati ma oggi la mira non è quella dei giorni migliori. 

ESPOSITO G. (voto 5,5): Gioco sporco, sportellate e sponde per i compagni ma non riesce mai a trovare il tiro in maniera pericolosa. Si dà da fare per la squadra ma è mal assistito e si perde nelle maglie della difesa ospite sparendo pian piano dal campo.

DI PAOLA (voto 5,5): Si intestardisce spesso in giocate che lo portano a perdere palle tra i mugugni dei presenti. Come tutti i suoi compagni di reparto non riesce a pungere. Nel finale trova il gol della bandiera in maniera fortunosa ma la sua prova resta comunque non convincente.

AMBROSINO (voto 5): La sua squadra non entra mai in partita e soffre in maniera evidente il gioco avversario. Dopo un primo tempo da dimenticare, la pausa non sortisce alcun effetto e anche i cambi non apportano giovamenti ai suoi che nemmeno nella ripresa riescono ad affondare.

PIANURA

LOMBARDO (voto 6): Gara tutto sommato tranquilla, nonostante avesse di fronte un signor attacco l’estremo difensore napoletano vive una giornata senza particolari patemi. Si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa, sbagliando, forse, solo in occasione del gol avversario.

CAPOGROSSO (voto 7): Ha di fronte un avversario tosto come Celiento ma lui non si scompone e lo limita alla grande riuscendo sempre ad anticiparlo o portarlo lontano dalla porta. Dalle sue parti non si passa mai e nonostante la sua mole riesce a tenere testa anche in velocità il talento frattese risultando un vero baluardo.

RINALDI (voto 7): L’eterno difensore, ex Gragnano, gioca una gara sontuosa bloccando sul nascere tutte le iniziative nerostellate. Gioca con concentrazione ed esperienza senza mai soffrire, giganteggiando nel gioco aereo. Corona la sua prestazione con una stoccata imperiosa di testa degna di un attaccante puro.

AMELIO (voto 6,5): Gara ordinata e precisa per l’esperto centrale, esce spesso palla al piede cercando di costruire dal basso le azioni dei suoi. Sfiora il gol con una punizione di alta precisione che ha comunque strappato applausi.

BALZANO (voto 7): È uno degli ex in campo ma non avverte alcuna pressione giocando una gara da vero motorino. Ara la fascia facendo su e giù mettendo in enorme difficoltà i suoi diretti avversari. Sforna assist a ripetizione servendo Pisani per la rete del 3-0, suggellando una grande prestazione.

PONTILLO (voto 6,5): Gioca da vertice basso davanti alla difesa regalando ai suoi quantità e qualità. Mette i muscoli quando c’è da fermare i timidi attacchi avversari ma sa usare anche il fioretto quando c’è da ripartire dimostrando di essere un elemento versatile. 

RICCI (voto 7): Grande prova per l’ex Afragolese che dà sfoggio di sprazzi di alta classe con giocate da applausi. Recupera tanti palloni nel mezzo tra cui quello che porta alla sua rete che chiude definitivamente la gara. Dal 70′ DI NAPOLI (voto 6): Entra per dare respiro alla mediana giocando una gara ordinata senza sussulti particolari “accompagnando” i suoi al fischio finale.

DI LORENZO (voto 6): Gara diligente per il giovane centrocampista che si limita a giocate semplici ma mai ardite. Fa “tanta legna” nel mezzo dando sostanza al centrocampo napoletano, riuscendo a portare a casa una sufficienza meritata. 

ISTICATO (voto 6): Del tridente è quello che si vede meno, prova ad affondare ma spesso appare timido e incide poco. Aiuta i suoi compagni di reparto come può, cerca spesso Grezio servendo in maniera precisa il “cobra” che ringrazia. Dall’87’ PETRAZZUOLO SV

GREZIO (voto 7,5): Il “cobra” sembra abbastanza avvelenato e sfodera una prestazione da grande attaccante. Ruba tanti palloni, serve sponde per i compagni e dispensa una quantità enorme di assist. Unico neo di una prestazione da incorniciare il gol mancato, avesse segnato sarebbe stato perfetto.

PISANI (voto 8): È l’uomo copertina del match, dal primo minuto è un incubo per i suoi avversari che non lo prendono mai e lui segna due gol. Se sul primo è fortunato per la deviazione sul secondo sigla un colpo di testa da vero attaccante. Nella ripresa sfiora la tripletta centrando la traversa e nel finale è commovente quando ripiega a centrocampo recuperando un pallone nonostante il largo vantaggio, chapeau! Dal 76′ SCIELZO SV

MARRA (voto 7,5): Non era semplice andare a giocare a Frattamaggiore in maniera così audace. Imposta una squadra pronta sin da subito ad attaccare alto venendo ripagato da una prestazione sontuosa nel primo tempo. Dopo la pausa tutti si attendevano una frenata e invece la gara è stata ancora condotta dai suoi che hanno sfiorato altre segnature.