I rossoblù guardano soprattutto in attacco e mostrano un grande interesse per Aracri, Dammacco e Barone. A centrocampo salgono le quotazioni di Ricciardi, l'ultimo anno al Matese

AFRAGOLA (NA) - Inizia a prendere forma la nuova Afragolese 2022/23. Il club rossoblù non ha atteso l’ufficialità del nuovo allenatore Renato Cioffi (presentato solamente ieri alla tifoseria) per preparare i primi movimenti e si è fiondato, negli scorsi giorni, sul mercato alla caccia dei primi rinforzi da regalare al nuovo tecnico. 

L’attenzione del club napoletano sembrerebbe essere centrata sul reparto offensivo, dove a breve un incredibile via vai di atleti potrebbe verificarsi. Sono diverse le voci di mercato che vedrebbero Longo e Celiento lontani dai colori rossoblù a partire da questa estate, una situazione che obbligherebbe la dirigenza campana ad un tour de force approfondito sul mercato per trovare delle valide alternative ai due profili uscenti. 

Anche per questo motivo, e per regalare alla piazza, subito dei nomi di spessore con cui alimentare il fuoco Afragolese, la società napoletana sembrerebbe essere al lavoro per portare alla corte di Renato Cioffi due attaccanti di peso come Achille Aracri e Gaetano Dammacco. Il primo è stato uno dei principali fautori della salvezza finale della Mariglianese in Serie D, mentre il secondo si è laureato capocannoniere della Nocerina con quindici gol nonostante sia arrivato a campionato già iniziato. I due profili sembrerebbero avere estimatori in Serie D e non solo, motivo che ha spinto l’Afragolese a muoversi in tempi brevissimi. 

I rossoblù sono pronti, però, a sondare tutte le piste possibili per rinforzare l’attacco e per questo motivo avrebbero seguito, in contemporanea con queste trattative, una strada parallela che porta al nome di Vincenzo Barone. Attaccante classe 1995, Barone ha militato lo scorso campionato in Campania per pochi mesi tra le fila del Gladiator, prima di trasferirsi il 17 dicembre in Serie C al Taranto. Il salto di categoria non ha, però, portato un grande minutaggio al calciatore napoletano, il quale potrebbe prendere in ipotesi l’idea di tornare in D per vivere una stagione da protagonista. 

Alla lista delle trattative in ballo in casa rossoblù si aggiunge anche un altro profilo, distante questa volta dal reparto offensivo. L’identità è quella di Luca Ricciardi, centrocampista classe 1989 che si è diviso nella scorsa stagione tra Insieme Formia e Matese – dove ha conquistato la titolarità assoluta sin dal suo arrivo. L’Afragolese è, quindi, molto attiva sul mercato nelle ultime ore, sognando di chiudere i primi colpi già prima delle scadenze di fine giugno.