L'attaccante lascia il Venezia e ritrova in cadetteria Fabio Caserta, che lo lanciò alla guida della Juve Stabia nella stagione 2019/2020

BENEVENTO - In attesa di scoprire le ultime novità sulla vicenda Lapadula – Benevento (il presidente Vigorito ha imposto il silenzio stampa sulla situazione, nel tentativo prima di ricostruire quanto possa esserci dietro), i sanniti hanno il loro nuovo numero 9. 

La società campana ha infatti ufficializzato l’arrivo in giallorosso dello squalo Francesco Forte, chiuso a Venezia da Okereke ed Henry. L’attaccante classe 1993, autore di una sola rete in questa prima parte di stagione (nella sconfitta del Venezia per 1-3 contro la Lazio) e di 17 gol complessivi con la maglia dei Leoni Alati (che hanno contribuito nella scorsa stagione alla promozione in A del Venezia tra regular season e playoff), passa al Benevento in prestito con obbligo di riscatto

In questa nuova avventura italiana, lo squalo troverà a guidarlo nuovamente il tecnico Fabio Caserta, con cui ha condiviso la favola della Juve Stabia in Serie B – spezzata dall’arrivo del Covid. In quella circostanza, Forte arrivò l’ultimo giorno di mercato e dopo tanti ballottaggi (ed un infortunio di Cisse a facilitare le cose) si prese la maglia delle vespe a suon di gol. Con i gialloblù raggiunse infatti il suo attuale record di gol in una stagione, ben 17, che lo spinsero sul podio dei marcatori a campionato concluso. 

L’attaccante proverà ora con il Benevento a raggiungere nuovamente la promozione in A, questa volta magari condividendo quel traguardo con l’allenatore che lo ha fatto esplodere per la seconda volta (la prima grande stagione di Forte fu alla Lucchese nella stagione 2016/2017, che gli permise a suon di gol di raggiungere il Perugia dopo pochi mesi).