Spilabotte sbaglia, Palumbo no. San Giorgio-Puteolana 1902 è decisa dai numeri nove, con quello dei vesuviani che spreca due clamorose occasioni, mentre quello flegreo capitalizza al massimo l’unica chance capitata sulla sua testa. E’ stata una bella partita, con poche occasioni da rete, con la formazione di Ignudi che ha fatto una gran bella figura e quella di Ciaramella che si dimostra una big: ha saputo soffrire, colpire e gestire portando a casa altri tre punti d’oro su un campo difficile. La prima occasione è del San Giorgio, è l’8′ e la Puteolana 1902 perde una sanguinosa palla a centrocampo, sfera a Spilabotte che si invola verso la porta, ma il suo tiro viene deviato in angolo da Di Mauro. Il San Giorgio si fa preferire per il gioco, pressa molto alto, la gara è equilibrata ma i locali fanno qualcosa in più. Al 27′ girata debole di Muro, poi al 32′ la più grande chance per il team di Ignudi: cross al bacio per Spilabotte, il 9 a porta vuota colpisce a botta sicura ma colpisce un incredibile palo, la Puteolana 1902 si salva mentre in casa San Giorgio si maledica la sfortuna. La legge del calcio è spietata e al 40′ la Puteolana 1902 passa: cross di Panico e Roberto Palumbo di testa appoggia comodamente in rete. Nella ripresa, sono subito gli uomini di Ciaramella a rendersi pericolosi, al 48′ il tiro di Vittorio Palumbo viene deviato dal portiere. La Puteolana 1902 gestisce bene, il San Giorgio non riesce mai a rendersi pericoloso e gli ospiti controllano. Al 72′ fiammata di Spilabotte che semina il panico in area ma sul suo cross non arriva nessuno. La Puteolana 1902 potrebbe raddoppiare al 75′: tiro di Apredda e miracolo di Di Biase. Negli ultimi minuti non accade più nulla, la Puteolana 1902 controlla, il San Giorgio non ne ha più e i tanti tifosi accorsi a San Giorgio a Cremano festeggiano l’ennesima vittoria.