Le parole ai nostri microfoni del patron gialloverde Giuseppe Iannotta che ci ha raccontato il suo pensiero in merito alla ripresa dell'Eccellenza e non solo

MARCIANISE (CE) – Se la LND valuta la modalità per la ripresa dell’Eccellenza, non è dello stesso parere il Marcianise. La società del patron Giuseppe Iannotta, che era inizialmente raggruppata nel girone A di Eccellenza è tra le compagini che non sono favorevoli alla ripartenza. I gialloverdi infatti fanno compagnia a Racing Capri, Grotta e Alfaterna. Le dichiarazioni di Iannotta:

“Non ho nessuna intenzione di incominciare il campionato e andare avanti, per me quest’anno il discorso è completamente chiuso. Non voglio fare il fesso per gli altri. Oggi è impossibile tornare in campo. In 6 mesi abbiamo disputato una sola partita che ci è costata un fiume di soldi, sui 50.000 euro. Non posso assumermi le responsabilità per ragazzi che possono ammalarsi e morire. Non c’è l’ho con nessuno ma neanche la federazione sa domani cosa può accadere. Quelli che in questo caso ci rimettono i soldi siamo noi presidenti e le persone devono saper valutare la cosa perchè si rischia una catena di fallimenti. Nessuno ci sponsorizza e ci aiuta, ma come si fa ad andare avanti così? Ho tanti dipendenti a lavorare da me e sono responsabile per la loro salute, se succede qualcosa ai calciatori sono io il responsabile. Ma poi 3 gare a settimana, ma i ragazzi non lavorano? Non posso avere sulla coscienza un ragazzo che potrebbe ammalarsi. Il futuro del Marcianise? Tutto da valutare, poi si vedrà”.