Abbiamo analizzato le gare della seconda giornata di Eccellenza premiando i migliori 11 e il miglior allenatore di giornata scegliendo tra le compagini del girone A

NAPOLI - Al termine della seconda giornata  di Eccellenza girone A, Campania Football ha analizzato le gare stilando la top 11 di giornata più il miglior allenatore, comprensiva dei tre under come prevede il regolamento di Eccellenza. 

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Ciro Bellarosa (2002) – CALCIO POMIGLIANO
Per questione di millimetri non para anche il diagonale preciso di Sogno nel finale, altrimenti sarebbe stata una prestazione da 10 in pagella. Ma dal “Gobbato” sono solo applausi per questo giovanissimo portiere, che in più circostanze sventa con colpi di reni e uscite le giocate di un Afro Napoli che, specie nella ripresa, prova a segnare in tutti i modi. Spettacolari le parate nella ripresa su Padin e Tomasin, così come nel primo tempo è sempre attento sui traversoni che arrivano da ogni dove. Un talento che va valorizzato e che sicuramente si confronterà, nel prossimo futuro, in categorie superiori.

DIFENSORI

Angelo Lieto (2000) – AFRAGOLESE 1944
Che partita. Macina km a destra non avendo paura del più quotato Marseglia. Anzi, è lui a far paura al numero 3 della Puteolana che viene a ripetizione sorpreso da questo giovane ragazzo, davvero dotato di grande gamba e personalità. Tanti traversoni messi al centro con grande qualità soprattutto nella ripresa, finisce coi crampi com’è normale che sia dopo una prestazione così importante. MOSTRUOSO.

Antonio Battaglia – SIBILLA FLEGREA
Le prende tutte di testa specie nel finale quando bisogna difendere il vantaggio acquisito. Tanto fisico ed esperienza per Battaglia, un cognome che è l’emblema del suo spirito guerrigliero. Per De Angelis è compagni è notte fonda e la Sibilla può brindare alla prima vittoria in campionato con tanto di porta imbattuta.

Pasquale Menna – MONDRAGONE CALCIO
A sinistra, lui e Felleca asfaltano il Casoria. Nulla da aggiungere perché i due sfornano una gara incredibile, a tutta velocità con i difensori del Casoria che faticano a trovare un rimedio per arginarli. E pensare che il calciatore aveva firmato in settimana, ma la sua qualità è stata sin da subito importante per i colori granata.

Gennaro Sparano – FRATTAMAGGIORE CALCIO
Anno nuovo, stessa storia. Un portento sulla corsia di destra, un cavallo di razza che fa la differenza su quella fascia dove macina km e km propiziando azioni pericolose con cross affilati. Peccato che Simonetti e Grezio sciupino tanto sottoporta, altrimenti avrebbe messo a referto almeno 2 assist. Applausi per lui, un calciatore di categoria superiore sotto tutti i punti di vista.

CENTROCAMPISTI

Giuseppe Ausiello – AFRAGOLESE 1944
Comincia in sordina, poi però si prende nella ripresa sfornando i due assist per Murolo e procurandosi il rigore che poi Fava spreca. Grintoso in mediana, intelligenza tattica impressionante e piedino delicato: signori e signori Mister Ausiello.

Ciro Guadagni (2001) – VIRTUS VOLLA
Impiegato nelle vesti di centrocampista, disputa una partita incredibile per qualità e quantità. Domina il centrocampo insieme all’esperto Agata e, dopo aver colto una traversa nel primo tempo, manda in porta Del Prete per la rete del definitivo 0-2. Ci permettiamo già di segnarlo come ennesimo grande talento scovato dalla Virtus, ne sentiremo parlare.

ATTACCANTI

Pasquale Laureto – US MARIGLIANESE
Apre e chiude la gara da attaccante vero, con due gol in area che difatti spengono la Napoli Nord. King Laureto, dopo la grande stagione in Promozione con 24 perle, ora vuole prendersi anche lo scettro di Eccellenza con la maglia della sua Mariglianese.

Emanuele Murolo – AFRAGOLESE 1944
Il vero fuoriclasse dell’Afragolese è lui. Poco spettacolare, ma predatore incredibile. Sente l’odore, aspetta e poi azzanna con un fiuto del gol pazzesco. Provare per credere i gol che realizza, il primo scattando sul filo del fuorigioco ed il secondo di forza in area di rigore. Esce tra gli applausi di tutta la squadra, ai quali si aggiungono i nostri per una gara davvero monstre.

Pasquale Allegretta – MARCIANISE CALCIO
Scatenato ! Voleva fare bella figura alla prima al “Progreditur” in Eccellenza e l’ha fatta alla grande. Capitano per via dell’assenza di Famiano, prende per mano il Marcianise e segna una doppietta che ribalta l’iniziale vantaggio del Poggiomarino. Peccato che la sua terza marcatura in campionato valga solo un punto, e poteva essere anche Tripletta se non fosse per la traversa sfortunata che coglie nel primo tempo. In attesa del fratello Giuseppe, Marcianise si gode Pasquale.

Francesco Felleca – MONDRAGONE CALCIO
Con la doppietta realizzata al Casoria ha già messo a segno 7 reti tra Coppa e Campionato, meriterebbe una tirata d’orecchie perché vederlo in Eccellenza è un insulto al calcio. La sua qualità, il suo talento meriterebbero almeno la C ma va comunque applaudita sua scelta di ripartire dal basso per cominciare la risalita. Nel match col Casoria, inutile dirlo fa la differenza sulla corsia mancina mettendo a referto due gol molto belli, il primo con una conclusione in caduta in area ed il secondo un contropiede, ed un assist da calcio d’angolo. Si è messo sulle spalle il Mondragone, che crede follemente in lui per centrare gli obiettivi di stagione.

ALLENATORE

Domenico Panico – VIRTUS VOLLA
Guida la baby gang con un sapere tattico innato, sbanca il “Paudice” con autorevolezza senza mai soffrire. Il Volla è una gioia per occhi, giovani calciatori che si muovono in sincronia e soprattutto giocano a calcio divertendosi. Merito questo di Mister Panico, un giovane che coi giovani si esalta facendo miracoli. Lo ha fatto a Pagani, lo sta facendo ora con una squadra che a stento supera i 24 anni e dove, ad inizio gara, conta come esperti il portiere Capece ed il centrocampista Agata: applausi. E che calcio, signori!

Qui la grafica di Campania Football